turismo:-assoviaggi,-si-torna-a-viaggiare-oltre-confine,-oltre-500mila-italiani-in-viaggio-all’estero-per-capodanno

assoviaggi

Gli italiani tornano a viaggiare anche fuori dall’Italia. Dopo oltre due anni di stop imposti dalla pandemia, questo Capodanno saranno oltre 500mila i nostri connazionali a trascorrere oltre confine l’ultima notte dell’anno. A stimarlo è Assoviaggi, l’associazione delle imprese delle agenzie di viaggio e dei tour operator Confesercenti, sulla base di un sondaggio condotto sugli associati. Una buona notizia per il turismo organizzato, il cui bilancio del 2022 è ancora insoddisfacente: la ripartenza, infatti, ha riguardato soprattutto le strutture ricettive, mentre agenzie di viaggi e t.o. hanno registrato una ripresa più lenta, in un quadro condizionato dall’aumento dei costi di gestione e dei prezzi.

Capodanno all’insegna di cultura e divertimento. L’Europa resta la meta più scelta dai turisti fai-da te, ma è in crescita la richiesta di viaggi di medio e lungo raggio. Gli italiani cercano mete culturali o ‘spiagge da cartolina’ – magari entrambe – per passare un’ultima notte dell’anno diversa.

Riparte il Medio-Oriente. A livello di Paesi, torna prepotentemente l’Egitto, scelto sia per le ricchezze del patrimonio culturale millenario della terra dei faraoni, che per le sue località balneari. Ma tutta l’area del Medio Oriente vede una domanda in crescita: l’Oman, ricco di siti Unesco e di spiagge, gli Emirati Arabi, il Qatar e anche l’Arabia Saudita, il cui piano di investimento nel turismo sta dando i primi risultati. I numeri sono ancora piccoli, perché si tratta di una meta per chi può permettersela: servono circa 7mila euro per festeggiare il 2023 in Arabia, i cui tesori culturali – come le città Nabatee – sono sempre stati di difficile accesso per il turismo e dove oggi l’esclusività del viaggio sta nell’essere tra i primi o tra i pochissimi viaggiatori al mondo a visitare il Paese.

Le altre destinazioni. Fa il pieno di italiani anche l’oceano Indiano, in testa Maldive e Zanzibar, e qualcuno torna anche in Tailandia. Ottimi numeri per le Canarie e gran ritorno del Capodanno negli Stati Uniti, con una preferenza per New York e Miami nonostante il cambio sfavorevole.

Dopo oltre due anni di stop, per queste feste si registra finalmente un primo ritorno del turismo outgoing, diretto fuori dall’Italia. Le difficoltà rimangono: i prezzi dei viaggi sono aumentati del 20/30%, e la situazione internazionale non aiuta. Ma la domanda dei viaggiatori italiani per alcune destinazioni vede comunque una ripresa, anche se i livelli pre-covid sono ancora lontani”, spiega Gianni Rebecchi, Presidente di Assoviaggi.

Il 2022 ha registrato, a partire dalla primavera, una ripresa piuttosto lenta. I numeri di fine anno, però, ci fanno sperare in una ripartenza più veloce nel 2023, per ritornare alla normalità nel 2024. Un barlume di speranza dopo anni difficilissimi: dal 2020 al 2022 si stima una perdita totale di fatturato del turismo organizzato pari a -27,1 miliardi. Molte agenzie di viaggio hanno chiuso, altre sono state costrette a lasciare andare i propri collaboratori, anche a causa di un sostegno ‘a corrente alternata’ da parte dello Stato.  Da un anno aspettiamo l’arrivo dei 39 milioni di euro promessi come sostegno in riferimento, addirittura, ai crolli dei fatturati del 2020. Risorse che con la vecchia legislatura erano state dirottate altrove, e che il Ministro per il Turismo Daniela Santanchè per fortuna ha fatto stanziare nuovamente”.

L’articolo Turismo: Assoviaggi, si torna a viaggiare oltre confine, oltre 500mila italiani in viaggio all’estero per Capodanno proviene da Confesercenti Nazionale.

 Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Confesercenti Provinciale di Enna
Via Siracusa 13/Bis - 94100 Enna
Tel. 0935.24118
Fax 0935.633230
Cell. 335.7908427