confesercenti-torino,-faib-scrive-al-prefetto-e-al-presidente-della-regione:-“di-fatto-siamo-un-servizio-pubblico,-ma-non-abbiamo-tutele”

L’Associazione: “I benzinai categoria particolarmente a rischio, subito una campagna vaccinale”

La Faib, la federazione di categoria della Confesercenti, ha scritto al prefetto di Torino, Claudio Palomba, e al presidente della Regione, Alberto Cirio, per chiedere il loro un intervento affinché si acceleri la campagna vaccinale a tutela della categoria. Ecco il testo della lettera, firmata dal presidente di Faib Piemonte, Gianni Nettis, nella quale vengono illustrate le motivazioni della richiesta.

Gentilissimo Prefetto, Gentilissimo Presidente,

in questi giorni Confesercenti, di cui la Faib (Federazione autonoma italiana benzinai) è parte integrante, ha sottolineato come sia necessario un piano vaccinale puntuale a salvaguardia degli operatori del commercio e del turismo.

Come referente dell’associazione regionale dei gestori carburanti, mi faccio a mia volta parte attiva di questo appello, soprattutto per la categoria che rappresento: un settore, quello dei distributori carburanti, che ha mantenuto l’operatività in tutti le fasi di questa pandemia, e che, per sua particolare natura, si trova, più che altre realtà, a contatto con le più svariate tipologie di clienti. Tra questi anche forze dell’ordine, personale medico e infermieristico, automezzi dei pronti soccorsi, persone quotidianamente coinvolte in prima linea nel fronteggiare questa terribile situazione.

Per la loro e per la nostra tutela ci rivolgiamo dunque a Voi affinché possiate farvi portavoce della nostra particolare situazione lavorativa e della necessità che gestori carburanti siano destinatari in tempi più rapidi possibili di un piano vaccinale puntuale.

Disponibili a confrontarci con Voi o con chi riterrete opportuno indicarci, ringraziandovi fin d’ora della vostra attenzione, porgo cordiali saluti.