confesercenti-roma,-assoviaggi:-agenzie-di-viaggio-sempre-piu-in-crisi

Assoviaggi Roma e Lazio continuano a denunciare la crisi che si fa sempre più pesante. Ormai il settore è dimenticato da chi ci governa sia a livello locale che nazionale

 

Tra limitazioni e divieti si prevede un inverno ancor più nero dell’estate per il settore del turismo con la cancellazione delle settimane bianche e l’assenza delle prenotazioni per i ponti e festività natalizie che rappresentano la fetta più importante del mercato invernale.

Cinzia Renzi, Presidente Assoviaggi Confesercenti Roma dichiara:”L’assenza di turisti stranieri nella nostra città ha distrutto la filiera, un’aggravante è anche lo smart working che da un’ immagine spettrale del centro storico. Inoltre il perdurare della chiusura di musei e ristoranti allontana gli italiani dal pensare alle vacanze sia nella capitale che altrove.”

Più di 1900 agenzie di viaggio site nella Regione già provate da 8 mesi di crisi che hanno portato a un calo di fatturato fino al 90% rischiano di non farcela a superare questa crisi e sono a rischio centinaia di posti di lavoro.

Gli aiuti, esempio il fondo perduto Febbraio – Luglio che doveva essere erogato almeno in parte entro il 15 novembre non si hanno più notizie, molte aziende aperte nel 2019 o con cambio societario non hanno potuto accedervi.
Prendiamo atto che ci sono stati sostegni economici alla filiera del turismo e apprezziamo molto, ma senza un incisivo intervento da parte delle istituzioni locali e nazionali le agenzie di viaggi si sentono abbandonate a se stesse e chiuderanno.