confesercenti-immagine-e-benessere:-stanziati-finanziamenti-in-lombardia-per-imprese-colpite-da-pandemia

Liso: “i vertici regionali hanno accolto con attenzione le nostre richieste”

La Giunta regionale Lombarda ha stanziato 76,5 milioni per finanziare due nuove misure volte a sostenere molte categorie di imprese e lavoratori autonomi alle prese col virus: “Sì Lombardia” e “Credito Ora” e grazie all’intenso lavoro di collaborazione dei vertici di Confesercenti Immagine e Benessere, in particolare del Presidente Nazionale Sebastiano Liso, i finanziamenti andranno anche agli operatori di tutto il comparto del benessere.

“In un momento di particolare ristrettezza per il bilancio regionale – dice Liso –  non possiamo che apprezzare lo sforzo fatto dalla Giunta Fontana, per finanziare e sostenere le imprese ed i lavoratori autonomi in difficoltà”.

“I vertici regionali – conclude Liso – con i quali da tempo abbiamo costruito rapporti di collaborazione e di fiducia ha reciproca, hanno accolto con attenzione le nostre richieste, che si basano sul riconoscimento di indennizzi sostanziosi alle nostre categorie, che sono state negli scorsi mesi di lockdown enormemente danneggiate dalla chiusura forzata”.

La Regione ha inoltre attivato fondi ulteriori per le estetiste che sono state costrette ad ulteriori chiusure forzate durante la permanenza della Lombardia in zona rossa.

“Da tempo come Immagine e Benessere abbiamo chiesto a livello nazionale aiuti concreti per le Estetiste –  afferma la Responsabile Nazionale Chiara Pengo – e non sussidi. A livello regionale la situazione è drammatica, per non parlare poi delle grandi città, dove la chiusura forzata ha indotto molte estetiste a tirare giù la saracinesca”.

“Il sostegno della Regione Lombardia, concreto e veloce nella modalità di erogazione è un segnale positivo e finalmente di controtendenza rispetto ai mesi scorsi”,  continua Chiara Pengo. “Ci auguriamo che le misure adottate dalla regione Lombardia possano essere estese anche alle altre Regioni. Come Immagine e Benessere continueremo ad essere parte attiva nell’individuare, a livello nazionale e regionale, tutte le misure per aiutare le nostre imprese ad uscire dalla crisi e programmare un futuro all’insegna dell’ottimismo”.