confesercenti-er.,-“portiamo-le-imprese-fuori-dalla-pandemia”:-turismo,-ristorazione,-commercio,-eventi-e-tutti-i-settori-penalizzati-in-mobilitazione-nazionale

L’Associazione incontra il Presidente Bonaccini e l’Assessore Corsini sul tema: le ricadute dei lockdown nel nostro territorio

“Portiamo le imprese fuori dalla pandemia” è lo slogan coniato da Confesercenti in occasione della giornata nazionale di mobilitazione del 7 aprile per richiedere una serie di misure in favore delle imprese particolarmente colpite dai provvedimenti restrittivi dovuti alla diffusione del COVID-19 e che siano finalizzate alla ripresa delle loro attività.
Commercio ambulante e in sede fissa, turismo, fiere ed eventi, pubblici esercizi e tutto il canale ho.re.ca., centri benessere, estetisti e parrucchieri rappresentano migliaia di addetti e aziende che stanno vivendo da più di un anno un vero e proprio incubo, con perdita di fatturati, posti di lavoro e dignità, senza riuscire a intravedere, ancora, serie prospettive di ripresa.

Per questo Confesercenti richiede a gran voce un vero e proprio “decreto Imprese” che contenga una serie di provvedimenti indispensabili:
• Contributi a fondo perduto adeguati alle perdite subite dal marzo 2020 ad oggi per le imprese sottoposte ai provvedimenti restrittivi dettati dalle normative nazionali e regionali;
• Credito d’imposta sugli affitti e sui costi per le imprese per tutto il 2021 con una revisione del sistema delle imposte che tenga conto del periodo straordinario determinato dalla pandemia;
• Credito per la liquidità a tasso zero garantito dallo Stato e allungamento dei prestiti garantiti dal Fondo centrale a 15 anni;
• Proroga della moratoria sui mutui al 31 dicembre 2021;
• Apertura di tutte le attività, a prescindere dalle zone, con la disponibilità a rivedere i relativi protocolli.

Le iniziative programmate prevedono:
1. L’invio a tutti i parlamentari e al Presidente della Repubblica delle proposte sopradescritte;
2. Il lancio di una petizione online con raccolta firme a sostegno delle proposte;
3. La diffusione dei contenuti attraverso una massiccia campagna di comunicazione.

In Emilia Romagna, si terrà, a partire dalle 16.45 una video call col presidente della Regione E.R. Stefano Bonaccini e l’assessore al Commercio e turismo regionale Andrea Corsini, che vedrà la partecipazione di una folta rappresentanza delle imprese associate.
Nell’incontro la situazione delle imprese in Emilia Romagna verrà illustrata: dal Presidente regionale di Confesercenti Dario Domenichini e dal direttore E.R. Marco Pasi, dal Presidente di Assoturismo, Emilia Romagna, Filippo Donati, dal presidente di Fiepet Emilia Romagna, Massimo Zucchini e dal Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori e responsabile del settore eventi, Francesca Chittolini.