confesercenti-centro-abruzzo:-“a-natale-accendiamo-la-solidarieta-dell’intera-citta-di-sulmona”

L’associazione: “Destinare le risorse previste per gli eventi natalizi a favore dei negozi di vicinato e delle famiglie in difficoltà”

La Confesercenti del Centro Abruzzo, vista la gravità del momento nazionale, regionale e della Città di Sulmona, propone che le risorse previste dall’Amministrazione comunale per gli eventi natalizi siano destinati ai titolari dei negozi chiusi, in difficoltà economica e a rischio di chiusura definitiva dell’attività e per aiutare i malati affetti da Covid-19.

L’istituzione della zona rossa in Abruzzo renderà ancora più difficile la vita al commercio. Pertanto, la proposta di Confesercenti va nella direzione di un aiuto economico nel periodo più bello dell’anno, da distribuire facendo, eventualmente, un bando specifico con maggiori risorse.

«Non si tratta di spegnere la Città, bensì di accendere la solidarietà effettiva – ha dichiarato Pietro Leonarduzzi, referente di Confesercenti Abruzzo – È un obbligo cercare di far fronte ai problemi dei negozi di vicinato e dei cittadini malati che non riescono ad avere le cure necessarie dal sistema sanitario pubblico».

La Confesercenti del Centro Abruzzo invita Sindaco e Amministrazione a fare subito una variazione di bilancio e procedere ad un bando veloce a burocrazia zero per garantire nei prossimi mesi una prima assistenza ai commercianti e ai cittadini.

«Comprendiamo le difficoltà oggettive del Comune di Sulmona – ha detto Angelo Pellegrino, dirigente di Confesercenti – ma ribadisco che non si può restare a guardare, perché l’economia della Città, la salute, le cure agli ammalati, la vicinanza alle famiglie che non riescono a fare la spesa e a pagare le bollette, vengono prima di qualunque altra iniziativa natalizia ludica».

In quest’anno così difficile, si può fare a meno degli eventi che di solito caratterizzano questo periodo di festa. La Confesercenti del Centro Abruzzo auspica che lo spirito di comunità sia più forte che mai e prevalga sugli egoismi, in attesa degli sviluppi di questa emergenza sanitaria e per capire quali potrebbero essere gli obblighi a cui i cittadini e le imprese saranno sottoposti durante le festività natalizie.