L’Associazione: “Adottare ulteriori provvedimenti, qualificati e coraggiosi a sostegno della città e della ripresa immediata del commercio, del turismo, dei servizi e dell’artigianato”

Confesercenti del Centro Abruzzo ha inviato al Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri, ai Dirigenti e a tutti i Dipendenti comunali della Città di Sulmona, una cosiddetta “Letterina di Natale”, per augurare loro buon lavoro e l’adozione di ulteriori provvedimenti, qualificati e coraggiosi, a sostegno della Città e della ripresa immediata del commercio, del turismo, dei servizi e dell’artigianato.

Si riporta il testo integrale della Lettera.

“Gentilissimi! La Confesercenti del Centro Abruzzo augura Buon Natale e Felice Anni Nuovo a Voi e alla Città che rappresentate, con la speranza che la stessa continui ad essere un riferimento essenziale di crescita e di sviluppo per tutto il territorio.

Un augurio affinché questa terra, culla di storia e di cultura, ricca di tradizioni e tipicità, città natale di uomini che hanno dato lustro a Sulmona e alla sua identità, sappia essere presente da protagonista nello scenario locale, regionale, nazionale e internazionale.

Per tutto questo, questa Associazione di categoria, nella ricorrenza di queste festività, augura al Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri, ai Dirigenti e a tutti i Dipendenti comunali, che la Città di Sulmona, nonostante le difficoltà dell’emergenza Covid-19, sappia riemergere da questo stato di calamità sanitaria con tanta forza e tanta volontà utile a evitare l’isolamento e il condizionamento della vita di imprese e cittadini.

La Confesercenti comprende le grandi difficoltà che ha affrontato, sta affrontando e dovrà affrontare nei prossimi mesi l’Amministrazione; ma si augura che tutti Voi vogliate dare uno sguardo attento a imprese e cittadini costretti a vivere in un isolamento forzato.

Ci si augura, e si spera, che questo Natale porti in dono la decisa volontà di riprendere in mano i documenti presentanti in questi mesi e anni dalla Confesercenti, Associazione di Categoria sempre vigile e attenta alle esigenze della Città, anche in tempo lockdown, e di poter valutare la possibilità di adottare altri provvedimenti a sostegno della ripresa immediata del Commercio, del Turismo, dei Servizi, dell’Artigianato e di tutte le attività produttive del territorio.

Ci teniamo a rimarcare che Confesercenti ha un ruolo importante di rappresentatività e può contribuire, come sempre con spirito costruttivo e critico e sempre in piena autonomia, al corretto sviluppo della Città di Sulmona e di tutto il territorio di riferimento. Il suo contributo è frutto di esperienza e di ascolto della base associativa, della quale riflette gli umori e lo stato di salute. Per questo l’Associazione di categoria si aspetta rispetto, vero ascolto e la capacità dell’Amministrazione e della Macchina comunale di utilizzare Confesercenti come interlocutore e sentinella delle attività produttive e soggetto competente.

L’Associazione augura a tutta la Città e alla sua Amministrazione, di poter rivalutare i capisaldi della vita civica di Sulmona, intervenendo in ambito di elementi strategici di sviluppo territoriale, ponendo fondamentale attenzione su una serie di problematiche più volte sollecitate. Le proposte nascono dalle esigenze delle imprese e sono un contributo per il confronto sul governo locale e al quale l’Associazione chiede di perseguire con determinazione e coerenza, anche attraverso il metodo del rispetto reciproco e della condivisione, nel rapporto con le rappresentanze delle imprese che vanno considerate parte della classe dirigente locale.

La Confesercenti, in piena autonomia, intende continuare ad esercitare il proprio ruolo di interlocutore attivo, propositivo e di stimolo rispetto alle istituzioni locali e a chi le rappresenta, portando all’attenzione del confronto tutto il valore e la forza della propria rappresentanza e delle proprie idee. Anche per questo pone una priorità metodologica e sostanziale: confronto, corrette relazioni e reciprocità, riconoscendo il ruolo e la valenza dell’Associazione di categoria, anche con la riattivazione del Tavolo Comprensoriale degli Imprenditori e il Tavolo Comprensoriale per lo Sviluppo Economico per operare attivamente e stabilmente su argomenti trasversali e comuni all’intero territorio (Economi, Sicurezza, Osservatorio per la Legalità e contrasto alla criminalità organizzata, Politiche del lavoro e della formazione professionale e altro).

Gentilissimi!

Auguriamo a tutti Voi, protagonisti nella gestione della cosa pubblica, che queste festività portino ad una rafforzata attenzione alle priorità e alle azioni da recepire e sviluppare da parte dell’Amministrazione comunale, perché è decisivo e prioritario sostenere le imprese a resistere sul mercato, affrontare e rispondere a alla duplice esigenza fiscale e burocratica aumentando l’efficienza e la razionalizzazione della macchina comunale. È altrettanto necessario fare ogni sforzo per la sburocratizzazione dei procedimenti in essere, soprattutto autorizzativi per le imprese che devono avviare l’attività.

La Confesercenti del Centro Abruzzo ritiene che, anche rispetto alle difficoltà del momento che stiamo attraversando, l’Amministrazione comunale recuperi tutte le risorse possibili per ridurre il peso fiscale e tributario sulle piccole e medie imprese. Ma va anche colmata l’esigenza di affievolire, se non eliminare, gli effetti dei fardelli burocratici e delle limitazioni imposte da Enti terzi, perché gli arredi dei locali e gli ornamenti delle Occupazioni Suolo Pubblico sono un valore e non un disturbo alla architettura caratteristica di una Città di Storia e di Cultura qual è Sulmona.

L’Associazione di Categoria augura al Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri, ai Dirigenti e a tutti i Dipendenti comunali di potersi dedicare instancabilmente alla risoluzione di problematiche legate a settori e aree economiche e produttive fondamentali. Parliamo soprattutto del Commercio e il suo futuro, necessariamente insieme al turismo e all’enogastronomia, all’artigianato alimentare e all’artigianato tradizionale. Sappiate, però, che Confesercenti è disposta a promuovere, insieme all’Amministrazione comunale, iniziative di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza affinché, per far continuare a vivere la loro città, privilegino gli acquisti in loco. Sullo stesso fronte vi è anche l’interesse per Mercato Ambulante Storico di Piazza Garibaldi, fonte di vitalità, che va valorizzato con politiche ad hoc soprattutto sul fronte organizzativo. Il Centro storico merita una più attenta programmazione e maggiore coordinamento fra gli attori economici e istituzionali.

Sulmona ha una forte vocazione turistica che deve intersecarsi meglio e di più con il commercio. Per questo occorre valorizzare il turismo enogastronomico, ma anche quello escursionistico e il turismo stanziale creando le condizioni per aumentare il numero dei pernottamenti, incentivando i motivi per allungare la permanenza, dando al turista più offerta. Avendo una forte componente di ricettività extra-alberghiera il bacino sulmonese si presta particolarmente a intersecare il turismo naturalistico con quello culturale. Ma la vocazione turistica va espressa al meglio anche tramite la destagionalizzazione.

La Città, però, ha un territorio comunale vasto da rappresentare: non vanno trascurate ma sostenute a maggior ragione le attività insediate ai margini del centro e nelle frazioni dove le imprese fanno un presidio anche sociale coraggiosissimo. Occorre studiare meccanismi di perequazione fiscale per queste imprese potrebbe essere utile per evitare il progressivo depauperamento di questi esercizi anche laddove si sono già da tempo verificati fenomeni di desertificazione.

Va tenuta alta la guardia, non solo a Sulmona, contro l’insediamento della criminalità organizzata, che sappiamo non essere avulsa dal nostro territorio e va rafforzato il ruolo di tutti i Comuni del territorio nell’ Osservatorio per la legalità e il contrasto alla criminalità organizzata.

La Confesercenti del Centro Abruzzo si augura che l’Amministrazione comunale sappia agevolare la realizzazione di un Polo di alta formazione e istruzione utile e necessario alla valorizzazione del capitale umano, soprattutto giovanile, per investire sul e nel futuro dei ragazzi che stanno per affacciarsi sul difficile mondo del lavoro.

La Confesercenti conferma che è pronta a confrontarsi su queste tematiche;

Auspichiamo e ci auguriamo inoltre che tutti i Comuni del territorio di riferimento, insieme, possano unire le forze per condividere un progetto trasversale, un modello da riproporre in ogni centro perché se vivono le imprese vivono città e paesi.

Buon Natale e Felice Anno Nuovo!”