notizie

Fismo Catania, le riflessioni su Black Friday del presidente Musumeci

confesercenti No Comments
fismo-catania,-le-riflessioni-su-black-friday-del-presidente-musumeci

Fismo Catania

Le riflessioni di Francesco Musumeci, presidente di Fismo Catania, sul Black Friday.

  • L’analisi:

La giornata di sconti e offerte speciali che cade dopo il Giorno del Ringraziamento negli USA, ha ormai sdoganato anche in Italia, divenendo un tra i momenti più attesi dell’anno, per coloro che desiderano fare acquisti convenienti.

Quest’anno, le previsioni di spesa sembrano essere condizionate dalla guerra in Ucraina e dal contesto macroeconomico che ne è derivato. Sicuramente, non ci saranno da festeggiare incassi record, considerato anche i timidi andamenti delle grandi piattaforme dell’ e-commerce degli ultimi mesi, che sempre più rappresentano il termometro degli acquisti su scala globale. Anche l’istantanea dalla sede catanese di FISMO (Federazione Italiana Settore Moda), del resto, non invita all’ottimismo: il budget stanziato dagli italiani per il periodo di cui si parla, che ormai rappresenta il via allo shopping natalizio, si sarebbe contratto di circa il 10% rispetto al 2021.

I dati risultanti dalla prima giornata di vendite del weekend nero, farebbero rilevare che a fronte di un budget medio, nel 2021 di circa €270, quest’anno la quota sia già scesa dell’8% a €250. Allo studio, il fatto che sembrerebbero tirare la cinghia, siano stati maggiormente i giovani piuttosto che gli over cinquantenni che in media hanno già speso di più.

Interessante la circostanza che i consumatori, dimostrino maggior consapevolezza sulle dinamiche di mercato e l’andamento dei prezzi, stanziando il 43% in più per gli acquisti in questo periodo, ritenendo che oggi il rincaro dei prezzi non si è ancora attestato e che il futuro potrebbe riservare spiacevoli sorprese in tal senso. In sintesi, meglio il rincaro di oggi che quello di domani!

Volgendo lo sguardo alle categorie, il BF sembra aver già avuto maggior riscontro sugli acquisti effettuati ponendo in cima al podio gli oggetti elettronici, poi moda e abbigliamento e a seguire il gaming insieme ai giocattoli. Solo il 10% dei consumatori, a prescindere dagli sconti, ha invece rinunciato a fare acquisti, ritenendo un’occasione per risparmiare.

  • Le riflessioni:

Da un’altra prospettiva, purtroppo, gli sconti del BF non si manifestano più solo l’ultimo fine settimana di novembre, come tradizione vorrebbe, ma spesso cominciano già ad inizio mese, tanto che gli addetti al settore, cominciano a definire il fenomeno “BLACK MONTH”. Tale fenomeno però se da una parte apparentemente aiuterebbe a generare flussi di cassa immediati, da un’altra svilisce sempre più il senso di stagionalità soprattutto del settore moda, impegnando gli appartenenti al comparto, a faticare contro un mercato che non contempla più tempi e regole di mercato.

L’articolo Fismo Catania, le riflessioni su Black Friday del presidente Musumeci proviene da Confesercenti Nazionale.

Mai più violenze sulle donne: Fiesa Assopanificatori Confesercenti, da oggi il 1522 sugli scontrini dei clienti dei forni

confesercenti No Comments
mai-piu-violenze-sulle-donne:-fiesa-assopanificatori-confesercenti,-da-oggi-il-1522-sugli-scontrini-dei-clienti-dei-forni

In coincidenza con la Giornata nazionale contro la violenza sulle donne, il numero di emergenza 1522 sarà sugli scontrini dei clienti dei panifici aderenti ad Assopanificatori. 

“SE SEI DONNA E SUBISCI VIOLENZA CHIAMA IL 1522: NON SEI SOLA”. Questo è il messaggio che verrà stampato sugli scontrini; un messaggio che diventa quotidiano come comprare il pane e ritirare lo scontrino su cui verrà stampato il numero verde nazionale antiviolenza, il 1522, attivo 24 ore su 24. 

Con questa iniziativa, tutti i fornai aderenti a Fiesa Assopanificatori Confesercenti intendono sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema: “Per troppe donne la violenza è pane quotidiano”. 

Questa campagna di solidarietà vuole essere una guida pratica tesa a portare il consumatore a toccare con mano la questione femminile, gli stereotipi che ancora oggi la inficiano, gli abusi come emergenza culturale, prima che numerica, e le donne a prendere consapevolezza che la denuncia degli abusi può essere un passo per la salvezza della propria vita. 

Per l’Associazione, ogni momento, ogni azione quotidiana può essere utile per contrastare una cultura ancora estremamente sessista, discriminatoria e violenta nei confronti delle donne. Per questo i fornai condividono l’idea di poter essere un tramite per promuovere un confronto quotidiano sulle tavole delle persone. È il rispetto della donna che deve essere il pane quotidiano di una società e il sostegno a chi vorrà denunciare, anche in forma anonima, ogni sopruso subito. 

Assopanificatori intende, quindi, sviluppare interesse affinché tutti possano avvicinarvisi al problema della violenza sulle donne e a prendere consapevolezza di ciò che si può fare per contrastarla. Uomini, le donne, i bambini, le ragazze adolescenti debbono essere convinti che le donne non devono essere mai considerate oggetti sessuali e oggetto di proprietà. 

L’articolo Mai più violenze sulle donne: Fiesa Assopanificatori Confesercenti, da oggi il 1522 sugli scontrini dei clienti dei forni proviene da Confesercenti Nazionale.

Fiducia, Confesercenti: “Inversione tendenza da stabilità governo e nuovi provvedimenti. Auspicio è che possa tramutarsi in energia propulsiva per consumi e investimenti imprese. Natale banco di prova”

Sala Stampa No Comments
fiducia,-confesercenti:-“inversione-tendenza-da-stabilita-governo-e-nuovi-provvedimenti-auspicio-e-che-possa-tramutarsi-in-energia-propulsiva-per-consumi-e-investimenti-imprese.-natale-banco-di-prova”

Fiducia consumi famiglie

Fiducia

 

Dopo quattro mesi consecutivi di calo, il clima di fiducia dei consumatori e delle imprese torna a salire. Finita la fase di incertezza che ha caratterizzato il periodo precedente, la formazione del nuovo governo ed i provvedimenti messi in campo dall’esecutivo hanno determinato una inversione di tendenza nel clima di fiducia per famiglie e imprese.

Così Confesercenti commenta, in una nota, i dati diffusi da Istat sulla fiducia dei consumatori e delle imprese di novembre.

La stabilità di governo rappresenta una importante componente per la fiducia, l’auspicio è che l’inversione di rotta possa tramutarsi in energia propulsiva per consumi ed investimenti per le imprese. Il Natale è alle porte e la eventuale conferma la si avrà a breve: turismo e commercio hanno aspettative positive per dicembre. L’andamento del Black Friday sembrerebbe andare nella direzione positiva, anche se i piccoli esercizi fisici esprimono un giudizio più problematico, con le promozioni anticipate di novembre e in un quadro ormai completamente deregolamentato, costretti a ridurre i margini per le offerte a causa di oneri e costi maggiori rispetto alle vendite online.

L’articolo Fiducia, Confesercenti: “Inversione tendenza da stabilità governo e nuovi provvedimenti. Auspicio è che possa tramutarsi in energia propulsiva per consumi e investimenti imprese. Natale banco di prova” proviene da Confesercenti Nazionale.

Faib Confesercenti, Fegica e Figisc: storica tornata negoziale con Kupit Italia

confesercenti No Comments
faib-confesercenti,-fegica-e-figisc:-storica-tornata-negoziale-con-kupit-italia

Decreto legge Accise

La data del 23 novembre 2022 potrà essere ricordata come un momento di svolta per le relazioni tra Q8 ed i propri Gestori degli impianti a marchio e, con ogni probabilità, per l’intero settore.

Così, in un comunicato congiunto, Faib, Fegica e Figisc/Anisa, annunciando la sottoscrizione di un pacchetto consistente di Accordi collettivi aziendali Kupit Italia.

Pacchetto che comprende il rinnovo delle Intese economico/normative per i Gestori di rete ordinaria con contratto di fornitura, oltre ad altre che -prime in assoluto ed in applicazione dell’Accordo raggiunto in Unione Petrolifera il 12.12.2018- da una parte consentono e regolano l’uso del contratto di commissione sulla stessa viabilità cittadina e, dall’altra, istituiscono il primo esempio di Organismo Bilaterale nel settore della distribuzione carburanti.

Significativi -prosegue la nota sindacale- i compiti assegnati a tale Organismo pariteticamente rappresentato, tra cui le funzioni conciliative delle vertenze individuali, la redazione delle linee guida per la formazione professionale dei Gestori, l’attività di studio funzionale alla negoziazione collettiva, l’approfondimento di eventuali ulteriori forme contrattuali, la ricerca di strumenti di finanza agevolata volta all’avvio, al sostegno ed al completamento delle attività svolte dal Gestore.

In aggiunta, quindi, al consueto impegno volto ad adeguare, migliorandole, le condizioni preesistenti, la tornata negoziale appena positivamente conclusa -sottolineano le Organizzazioni di categoria- si è posta l’obiettivo condiviso di introdurre strumenti che abbiano lo scopo di concorrere ad offrire risposte di prospettiva e in termini di “sistema”, oltreché di tutelare le imprese di gestione.

In questo senso, non può essere considerato casuale che siano stati conclusi contestualmente Accordi aventi ad oggetto nuove tipologie contrattuali e l’individuazione di un finora inedito luogo all’interno del quale strutturare ed ampliare il rapporto industriale. Si tratta, infatti-concludono i sindacati dei gestori- di un chiaro impegno individualmente assunto dalle Parti e di identica apertura di credito reciproca che investe congiuntamente nella evoluzione in senso maturo e leale della relazione sia tra Azienda e Gestore, che tra Kupit ed Organizzazioni di
categoria. In applicazione della normativa vigente, tutti gli Accordi collettivi aziendali vengono, in queste ore, depositati presso il Ministero competente perché ne curi la pubblicizzazione.

L’articolo Faib Confesercenti, Fegica e Figisc: storica tornata negoziale con Kupit Italia proviene da Confesercenti Nazionale.

Black Friday: Confesercenti-SWG, anche i negozi partecipano al venerdì nero

confesercenti No Comments
black-friday:-confesercenti-swg,-anche-i-negozi-partecipano-al-venerdi-nero

black friday

Sconti in 235mila piccole e medie imprese del commercio di vicinato

Non solo online, anche i negozi partecipano al Black Friday. Saranno circa 235mila le imprese del commercio di vicinato che aderiranno alla giornata di promozioni, circa una su tre, la più alta partecipazione di sempre. A stimarlo è Confesercenti, sulla base del tradizionale sondaggio sul Black Friday condotto con SWG su un panel di piccole e medie imprese del retail fisico.

Il black Friday 2022. La giornata di promozioni, quest’anno, segna un’alta partecipazione di pubblico: sono circa 12,7 milioni di italiani hanno deciso di approfittare degli sconti e di fare almeno un acquisto con un budget medio di circa 261 euro a persona, per un totale di 3,3 miliardi di euro. Anche per l’enorme spinta promozionale dell’evento: circa 36 milioni di italiani tra i 18 e i 65 anni sono stati raggiunti da un’offerta diretta per la giornata di sconti, via sms, email, whatsapp o telefono.

I negozi della rete fisica. Nonostante la caratterizzazione ‘online’ dell’evento, quest’anno ci sarà un’adesione superiore del solito – 235mila imprese, lo scorso anno erano 180mila – di negozi di vicinato. A aderire sarà circa un negozio su tre (31%): il 14% solo per oggi, il 6% ha aderito anche alla Black Week per tutta la settimana, l’11% ha addirittura sposato il black month, partendo con gli sconti ad inizio novembre. Ma la sfida con l’online e le grandi catene è in salita:, solo il 29% dei consumatori ha intenzione di approfittare degli sconti in un negozio di vicinato.

Gli sconti. Le offerte per il venerdì nero nella rete fisica, però, saranno convenienti. Circa un negozio su quattro praticherà sconti del 25%, il 15% dichiara che arriverà al 30% e il 45% dei punti vendita prevede invece sconti del 40% (30% degli intervistati) o del 50% (15%).

Chi partecipa. L’opinione dei commercianti sul venerdì nero, però, è divisa. Chi aderisce al Black Friday 2022 lo fa soprattutto perché crede che sia una buona occasione per aumentare le vendite (38%), in rallentamento durante gli ultimi mesi anche a causa di caro-energia e inflazione. Ma c’è anche un 32% che partecipa perché ha avuto buoni riscontri in passato, o perché sente richiesta da parte del pubblico (23%).

Chi non partecipa. Nonostante l’aumento di imprenditori interessati a partecipare al Black Friday, La maggior parte delle PMI del retail fisico (il 59%) continua a dire no alla giornata di sconti, soprattutto perché non sembra adatto alla propria attività (49% di chi non partecipa), ma c’è anche un 31% che ritiene che l’eccesso di promozioni sia controproducente per il settore, in particolare in questa fase di costi in aumento: un commerciante su due (48%) dichiara  infatti che il prezzo alla fornitura dei prodotti che vende è aumentato durante l’anno. 

Mancano le regole. I timori dei commercianti nascono da un quadro promozionale ormai completamente deregolamentato. “A furia di mesi neri e promozioni anticipate, il commercio fisico rischia un dicembre in rosso”, spiega Mauro Bussoni, Segretario Generale Confesercenti. “Le promozioni autunnali, dal Black Friday al Black Month, sono nate come strumento di marketing dell’online, per ‘anticipare’ le vendite di Natale a danno della rete fisica. La rete delle piccole imprese del commercio non si tira indietro dalla competizione, ma i negozi reali sono sfavoriti, anche per i maggiori oneri fiscali e costi che sostengono rispetto al web, e che riducono i margini per le offerte. E’ necessario intervenire, per garantire concorrenza e pluralismo e tutelare i negozi italiani, anche questi un patrimonio del Made in Italy”.

L’articolo Black Friday: Confesercenti-SWG, anche i negozi partecipano al venerdì nero proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Arezzo: a Cortona week end con tartufo, miele e castagne

Sala Stampa No Comments
confesercenti-arezzo:-a-cortona-week-end-con-tartufo,-miele-e-castagne

weekend tartufo miele castagne

Profumi e sapori d’autunno: sabato 26 e domenica 27 novembre miele, tartufi e castagne protagonisti del week end

Debutta sabato 26 e domenica 27 novembre a Cortona , nello spazio «Crystal» di piazza Signorelli, dalle ore 10 alle 20, la nuova manifestazione “Profumi e sapori d’autunno”, una mostra mercato a cura di Confesercenti Arezzo in collaborazione con l’Associazione Apicoltori Delle Province Toscane e l’Associazione Tartufai delle Valli Aretine. Degustazioni e vendita di vari tipi di mieli, tartufi freschi e trasformati, nonché castagne, farine e prodotti sottolio a cura di dieci aziende aretine.

“Abbiamo collaborato con piacere all’invito dell’assessore Rossi” commentano Lucio Gori per Confesercenti Valdichiana, Enzo Gori presidente associazione tartufai delle Valli aretine ed Enrico Gualdani dell’associazione Apicoltori province Toscane “perché crediamo possa rappresentare un’occasione di promozione dei prodotti in esposizione delle aziende coinvolte. Sono tutti prodotti di eccellenza dei nostri territori, che potranno essere degustati, acquistati e soprattutto conosciuti con cooking show, laboratori e dimostrazioni”.
Sabato 26 novembre, il pomeriggio, alle ore 18 negli spazi dell’Associazione Tartufai, per gli amanti del prezioso tubero, ci sarà una degustazione di specialità a base di tartufo a cura dell’azienda Mirko Tartufi, una delle aziende del settore di maggiore richiamo nel centro Italia.

Seguiranno, anche domenica mattina e pomeriggio, ulteriori appuntamenti con dimostrazioni e degustazioni a cura di altre importanti aziende del settore.
Per gli appassionati del settore ci sarà anche la preziosa presenza della Tartuficoltura Vecchi Vivai di Vecchi Giampaolo, che dal 1999 è conosciuta in tutta Italia per l’attività vivaistica di produzione di piante micorrizate con tartufo.

Ricco anche il programma proposto dell’associazione Apicoltori province Toscane:
Domenica 27 novembre alle ore 11 appuntamento con “Alla scoperta del mondo delle api”, il laboratorio per grandi e piccoli volto a conoscere le caratteristiche delle api, il funzionamento dell’alveare e la produzione di miele, polline, pappa reale, propoli e cera.

Nel pomeriggio alle ore 16 attesa per l’iniziativa “Piccolo percorso di analisi sensoriale del miele”, una degustazione guidata del miele per scegliere, un prodotto di buona qualità. Sarà l’occasione per imparare ad usare i sensi per distinguere gli aromi e i sapori dei diversi mieli, riconoscere mieli difettosi ed avere la possibilità di togliersi le curiosità sul “mondo miele”.

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Confesercenti Arezzo: a Cortona week end con tartufo, miele e castagne proviene da Confesercenti Nazionale.

Anva Confesercenti Pescara: al via il mercatino di Natale in Corso Umberto

Sala Stampa No Comments
anva-confesercenti-pescara:-al-via-il-mercatino-di-natale-in-corso-umberto

Mercatino Natale Corso Umberto

Il Presidente Patriarca: “Puntiamo a replicare il successo dello scorso anno con una formula profondamente rinnovata”

Sarà inaugurato domani, 25 novembre, alle ore 10,00, il Mercatino di Natale di Pescara, promosso dall’Amministrazione comunale e dall’Anva-Confesercenti. All’inaugurazione presenzieranno, fra gli altri, l’assessore al commercio del Comune di Pescara, Alfredo Cremonese, e Luigi Patriarca, presidente provinciale di Anva, l’associazione dei commercianti su aree pubbliche di Confesercenti.

Il mercatino si concentra nel corso principale della città, Corso Umberto I, con 24 casette in legno che ospiteranno 5 stand alimentari, dove sarà possibile scegliere fra torroni, liquirizie, miele, pasticceria, e 19 stand di articoli da regalo per il Natale. Il mercatino resterà aperto dal 24 novembre all’8 gennaio tutti i giorni, dalle 9.30 alle 20.30. «Puntiamo a replicare il successo dello scorso anno con una formula profondamente rinnovata rispetto allo storico mercato che si svolgeva nel’area di risulta – spiega Patriarca – abbiamo deciso, in linea con quanto richiesto dal Comune, che l’allestimento delle ‘casette’ fosse il più possibile curato perché parliamo della strada di massima visibilità per Pescara, ed anche perché come Confesercenti siamo consapevoli che il mercatino di Natale deve essere un traino per i negozi del centro».

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Anva Confesercenti Pescara: al via il mercatino di Natale in Corso Umberto proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Pistoia: oltre 50 imprese del turismo a “scuola di formazione” a Pistoia

Sala Stampa No Comments
confesercenti-pistoia:-oltre-50-imprese-del-turismo-a-“scuola-di-formazione”-a-pistoia

Imprese turismo scuola di formazione

Grande partecipazione delle strutture ricettive di Pistoia e dintorni al progetto di Toscana Turismo & Congressi “Conoscere Pistoia per raccontarla”

Grande successo e tanto interesse da parte dei titolari delle strutture ricettive per i due appuntamenti del progetto “Conoscere Pistoia per raccontarla”, organizzato Toscana Turismo & Congressi (consorzio turistico di Confesercenti Pistoia) con il sostegno della Camera di commercio di Pistoia e Prato e la collaborazione dell’amministrazione comunale.

Nella Sala Maggiore del palazzo comunale si è svolto il seminario di formazione alla presenza dell’assessore al turismo Alessandro Sabella, che ha introdotto e presentato il progetto ai partecipanti. La prima ora del seminario è stata tenuta da Benedetta Borri (Borri Consulting), che ha spiegato alle oltre 50 aziende partecipanti come realizzare offerte che possano attrarre il turista attraverso attività esperienziali. Molto interessante anche l’intervento sulla gestione della web reputation. Successivamente Laura Politi (Webtitude) si è concentrata sugli strumenti del web marketing, indispensabili oggi per qualsiasi struttura ricettiva per promuoversi, sfruttare al meglio l’intermediazione e investire correttamente sulla disintermediazione.

Si è svolto invece martedì scorso il secondo appuntamento del progetto, ovvero la visita guidata tenuta da Laura Galigani del Centro Guide Turismo Pistoia. Un tour della città “particolare”, in quanto sono state date ai partecipanti tutte le informazioni necessarie per presentare al turista, ospite della struttura, Pistoia e tutte le opportunità che offre. Alla visita ha partecipato anche Renato Chiti, che gestisce il sistema museale del Tesoro di San Jacopo, spiegando ai partecipanti come è organizzato il percorso turistico culturale che comprende la visita alla Cappella dell’Altare d’argento, alle opere d’arte più attrattive della cattedrale, al battistero e alla torre campanaria con l’ausilio di un’audioguida multilingue. Il progetto si concluderà con la consegna, a tutti coloro che hanno partecipato ai due appuntamenti, delle nuove mappe della città, su cui saranno presenti le esperienze da vivere a Pistoia, i ristoranti dove assaggiare le tradizioni culinarie, le botteghe di prodotti tipici e le botteghe artigiane e artistiche.

«Il progetto “Conoscere Pistoia per raccontarla” – dice Alessandro Sabella, assessore al turismo – è stato premiato dal grande interesse riscontrato dai titolari delle strutture ricettive che hanno partecipato ai due appuntamenti. Abbiamo dato il “la” alla creazione di un sistema che possa accogliere nel miglior modo il turista che visita la nostra città. Importantissima anche la formazione sulla comunicazione e il marketing, anche per le piccole strutture ricettive così numerose nel nostro territorio. Sicuramente un progetto che deve avere un seguito per coinvolgere e sviluppare sempre di più un senso di appartenenza in tutti gli operatori economici».

«Grazie a Toscana Turismo & Congressi e Confesercenti – spiega Renato Chiti, Tesoro di San Jacopo – abbiamo l’opportunità di attivare per la prima volta una collaborazione con le strutture ricettive territoriali per la promozione congiunta della cultura iacopea, che costituisce la parte più autentica e il cuore della nostra città. Alla luce di questa nuova collaborazione i titolari delle strutture ricettive saranno in grado di orientare il turista nella scelta di cosa visitare e offrirgli un servizio di prenotazione diretta dei biglietti del percorso turistico culturale del Tesoro di San Jacopo».

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Confesercenti Pistoia: oltre 50 imprese del turismo a “scuola di formazione” a Pistoia proviene da Confesercenti Nazionale.

Assoturismo Confesercenti Matera: “Le attività commerciali dei Sassi lamentano la mancata diffusione della programmazione delle riprese del film “Pins and Needles”

Sala Stampa No Comments
assoturismo-confesercenti-matera:-“le-attivita-commerciali-dei-sassi-lamentano-la-mancata-diffusione-della-programmazione-delle-riprese-del-film-“pins-and-needles”

Rione Sassi Severi Production

Il Presidente Genco: “Nel rispetto del lavoro della parti in causa, chiediamo  un programma che indichi in maniera chiara le giornate di chiusura delle attività”

Il Presidente di Assoturismo della Confesercenti materana – Gianni Genco – lamenta, a nome di molte imprese associate ubicate nei Rioni Sassi, la mancata diffusione da parte della Luca Severi Production di un programma che indichi in maniera chiara le giornate di chiusura delle attività per dare spazio alle riprese del film “Pins and Needles”.

Molto spesso – prosegue Genco – succede che i titolari delle attività vengano raggiunti da un contatto verbale che indica loro una o più giornate di fermo che però verranno confermate soltanto qualche giorno prima; nel rispetto del lavoro della parti in causa, i titolari di attività hanno bisogno di organizzarsi per dare seguito agli ordinativi di merce, alla predisposizione del servizio, per poter così soddisfare le prenotazioni della clientela, costituita molto spesso da gruppi di connazionali o di stranieri che contrattano la sosta con tanto di penali a carico del ristoratore.
Insomma – conclude Genco – dobbiamo anche curare la nostra immagine aziendale agli occhi dei clienti e dei turisti, ignari che nei Sassi siano in corso le riprese di un film.

Sta di fatto che nel mese in corso, gli antichi Rioni non sono percorribili ai cittadini e agli avventori che, a torto o a ragione, preferiscono evitarli per non incorrere in divieti di accesso e limitazioni di sorta; dal canto loro le attività segnalano cali sostanziali delle vendite, rispetto a novembre 2021.

L’invito quindi è quello di evitare da ora in poi, soprattutto in vista del periodo natalizio, che di fronte alla mancata calendarizzazione delle chiusure, le attività non possano soddisfare le prenotazioni dei clienti e quindi che si prospetti un mese di dicembre sotto l’aspetto economico in chiaroscuro.

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Assoturismo Confesercenti Matera: “Le attività commerciali dei Sassi lamentano la mancata diffusione della programmazione delle riprese del film “Pins and Needles” proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Abruzzo: parte da L’Aquila “Abruzzo attrattivo 2022”

Sala Stampa No Comments
confesercenti-abruzzo:-parte-da-l’aquila-“abruzzo-attrattivo-2022”

Turismo esperenziale Abruzzo attrattivo

Il turismo esperenziale durante il Covid è cresciuto del 400%. A L’Aquila esperti nazionali, formatori, decisori e operatori

Una crescita vertiginosa, +400 per cento durate il Covid, e numeri che ne hanno fatto uno dei settori trainanti del nuovo turismo del Centro Italia, che punta ora a strutturarsi, regolamentarsi, organizzarsi. Il turismo esperienziale si dà appuntamento in Abruzzo chiamato a raccolta dalla Confesercenti, che per prima ha riunito in una sola sigla le migliori professionalità sorte attorno al turismo esperienziale lanciando l’associazione professionale Federpate. Partirà quest’anno da L’Aquila, nell’Auditorium del Parco, la manifestazione professionale “Abruzzo Attrattivo 2022”, evento unico nel suo genere che chiama a raccolta esperti, imprenditori, docenti, decisori e relatori di primo piano per formarsi, discutere, confrontarsi e siglare un documento finale che rappresenta la base della collaborazione fra attori diversi. Si inizia alle 9.30 con i saluti istituzionali: i vertici di Confesercenti Daniele Erasmi, Lido Legnini e Gianni Taucci, il sindaco Pierluigi Biondi, il presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, la presidente della Camera di commercio Gran Sasso Antonella Ballone. Poi al microfono si alterneranno il presidente dell’Istituto nazionale di ricerche turistiche (Isnart, espressione del sistema camerale) Roberto Di Vincenzo, la responsabile dell’ufficio studi dell’Enit Elena Di Raco, il commissario straordinario al sisma del Centro Italia Giovanni Legnini, il direttore dell’Osservatorio culturale urbano Alessandro Crociata, professore associato di economia applicata presso il Gran Sasso Science Institute.

Esperti che si alterneranno con i professionisti del settore come Luca Mazzoleni del rifugio Franchetti, Eleonora Saggioro del rifugio Sebastiani, gli accompagnatori di media montagna, le guide alpine ambientali escursionistiche assieme a professionisti rappresentativi come Vanessa Ponziani, Maurizio Giuseppini, Emanuele Di Marco, Cesidio Pandolfi, Claudia Della Penna, Igor Antonelli, Alberto Liberati, per ragionare sulle montagne emblematiche e il sistema rappresentato da escursionismo, cammini e rifugi. Spazio, nel pomeriggio, all’approfondimento sui bandi e le opportunità per le imprese che vogliono investire, e poi alla formazione a cura di Roberto Di Tivoli, founder e client director presso EditStudio. Attesa per i dati alla base degli interventi dei relatori sull’andamento e le prospettive del turismo di settore.

Il giorno successivo, venerdì 25 novembre, seconda tappa a Pescara, nell’auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d’Abruzzo.
«Dopo l’exploit della scorsa edizione – spiega Paolo Setta, presidente di Federpate-Confesercenti – abbiamo voluto raddoppiare gli sforzi e coprire entrambe le grandi destinazioni del turismo esperienziale, ovvero la montagna ed il mare, consapevoli che il Centro Italia e l’Abruzzo in particolare hanno questa grande opportunità che negli ultimi anni ha conosciuto una crescita imponente in termini di arrivi, presenze e addetti. Se ben coordinato con una regia istituzionale ed una pubblica amministrazione che ci credono, il turismo esperienziale che è già una realtà consolidata può diventare l’elemento distintivo del turismo di queste latitudini».

Leggi le altre notizie Confesercenti dal territorio

L’articolo Confesercenti Abruzzo: parte da L’Aquila “Abruzzo attrattivo 2022” proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Provinciale di Enna
Via Siracusa 13/Bis - 94100 Enna
Tel. 0935.24118
Fax 0935.633230
Cell. 335.7908427