notizie

Assomacellai Confesercenti Modena: grigliata di Ferragosto “Vendite in ripresa nonostante l’attuale incertezza economica”

Sala Stampa No Comments
assomacellai-confesercenti-modena:-grigliata-di-ferragosto-“vendite-in-ripresa-nonostante-l’attuale-incertezza-economica”

La carne migliore? Dal macellaio di fiducia

Sarà l’odore della carbonella e carne dalle 9 del mattino, le infinite pinte di birra e la buona compagnia che non manca mai, ma anche per quest’anno la grigliata di ferragosto si conferma come una tradizione da non perdere.

“Costine di maiale, fiorentine, braciole, salsicce per gli amanti delle carni rosse o cosce di pollo per chi preferisce le carni bianche il tutto da cuocere sulla griglia, sono questi i tagli preferiti dai consumatori anche nella nostra provincia. Per l’acquisto della carne è meglio affidarsi al proprio macellaio di fiducia che saprà dispensare al cliente consigli utili sulla modalità di cottura della carne scelta” afferma Erio Linari di Assomacellai Confesercenti Modena.

La grigliata di ferragosto è un appuntamento irrinunciabile per chiunque.

Gli acquisti di carne per la tradizionale grigliata compensano in parte la flessione delle vendite delle settimane scorse; un rallentamento dei consumi causato dall’attuale incertezza economica che spinge le famiglie ad una maggiore cautela per gli acquisti in un quadro condizionato dall’ aumento delle spese fisse a cominciare da quelle energetiche.

Acquisti da fare prima che la grande industria sforni la bistecca sintetica che passa direttamente dal laboratorio alla padella a pochi euro al Kg o altre diavolerie simili. “Vorremmo inoltre ricordare – continua Linari – che la carne, con le sue proteine nobili, è una delle componenti della dieta mediterranea”.

“Purtroppo il continuo aumento dei costi fissi – aggiunge Linari – e delle materie prime stanno comprimendo i margini che sono sempre più bassi; di questo passo se non si interverrà con sostegni specifici il nostro settore rischia di perdere imprese ed occupati”.

Un invito però alla prudenza in questa estate torrida e soprattutto al non abbandonare i rifiuti: “Raccomandiamo – conclude Linari – di accendere fuochi solo nelle aree attrezzate e dove è consentito e di controllare costantemente la fiamma. Inoltre prima di andarsene si deve verificare che il fuoco sia spento e le braci completamente fredde. Per quanto riguarda i rifiuti invece, oltre a raccomandare di non abbandonarli, ricordiamo che è vietato per legge la dispersione nell’ambiente di contenitori sotto pressione come bombolette a gas che, con il caldo potrebbero esplodere o incendiarsi facilmente”.

L’articolo Assomacellai Confesercenti Modena: grigliata di Ferragosto “Vendite in ripresa nonostante l’attuale incertezza economica” proviene da Confesercenti Nazionale.

Turismo: Assoturismo – CST, per il ponte di Ferragosto riservato il 91% delle camere disponibili

confesercenti No Comments
turismo:-assoturismo-–-cst,-per-il-ponte-di-ferragosto-riservato-il-91%-delle-camere-disponibili

Boom di località marine (96%) e laghi (95%), ma si riscoprono anche le piccole e medie città d’arte. A muoversi soprattutto italiani (62%). Messina: “Turismo ha sostenuto il Pil fino ad ora, lavoriamo per confermare la ripresa del comparto anche in autunno” 

Il weekend lungo di Ferragosto fa accelerare il turismo. Per il ponte di quattro notti tra il 12 ed il 16 agosto è stato riservato il 91% delle camere disponibili sulle principali piattaforme online, con punte del 96% per le località balneari e del 95% dei laghi. Un tasso di occupazione superiore a quello registrato nel 2019 (86%). Ma il sorpasso è aiutato dal calendario con il Ferragosto che quest’anno cade di lunedì.

È quanto emerge dall’indagine del Centro Studi Turistici di Firenze per Assoturismo Confesercenti sulla saturazione dell’Offerta Ricettiva Nazionale Online per i giorni centrali di agosto.  

Ad essere prese d’assalto soprattutto le riviere, in particolare quelle di Ponente e Levante liguri e Costiera Amalfitana (al 98% di tasso di occupazione). Buoni risultati sono attesi anche per le località di montagna, con il 92% dell’occupazione, e per le località collinari e del turismo rurale che raggiungono valori medi del 91%. Prosegue la tendenza positiva per le città/centri d’arte con una saturazione media dell’84%: sono soprattutto le piccole e medie città d’arte italiane a registrare i valori più elevati, a differenza delle “grandi” città d’arte che talvolta si attestano sui livelli medi o leggermente inferiori.

Infine, un buon recupero di prenotazioni è stato rilevato anche per le strutture delle località termali e del benessere, con tassi di saturazione del 79% (71% il valore medio del 2019). Tra le regioni con i tassi di occupazioni più elevati si segnalano la Sardegna (97%), la Liguria (97%), il Trentino-Alto Adige e la Valle d’Aosta (entrambe al 96%). A seguire troviamo le Marche (95% di saturazione della disponibilità online), la Puglia e la Sicilia, entrambe con il 94% di saturazione.

“Anche a Ferragosto si conferma il dinamismo del comparto turistico, forse quello che ha dato il maggior contributo alla tenuta del Pil italiano in questa fase difficile”, commenta Vittorio Messina, Presidente di Assoturismo Confesercenti. “Anche se il ritorno ai livelli precrisi riguarda, per ora, solo le presenze: la spesa dei viaggiatori è ancora inferiore a quella del 2019, e manca il turismo di lungo raggio. Senza contare che l’aumento dei costi energetici sta erodendo i margini delle attività”.

“L’importante – conclude Messina – è che adesso non ci siano più stop: lavoriamo anzi perché la spinta della stagione estiva non si esaurisca a fine mese e prosegua anche in autunno. Occorre un piano per aiutare le imprese a sostenere il previsto shock dei costi energetici, e investimenti straordinari in destagionalizzazione e promozione: a partire dalle piccole e medie città d’arte, che sono un attrattore sia per il turismo domestico che per quello straniero”.

L’articolo Turismo: Assoturismo – CST, per il ponte di Ferragosto riservato il 91% delle camere disponibili proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Campania: boom turisti a ferragosto. Caos guide e accompagnatori: volontari impreparati mortificano i professionisti e alimentano abusivismo

Sala Stampa No Comments
confesercenti-campania:-boom-turisti-a-ferragosto.-caos-guide-e-accompagnatori:-volontari-impreparati-mortificano-i-professionisti-e-alimentano-abusivismo

Boom di turisti in Campania per Ferragosto. Affluenza record a Napoli, presa d’assalto da vacanzieri italiani e stranieri desiderosi di godere delle tipicità del nostro territorio e di apprezzarne l’inestimabile tesoro artistico.

Il Presidente di Confesercenti Napoli e Campania, Vincenzo Schiavo, rilancia con forza la denuncia di Federagit-Confesercenti (la Federazione di Guide ed Accompagnatori turistici) che segnala con rabbia quanto in Campania la professione di Guida Turistica regolarmente abilitata ed autorizzata sia mortificata da un dilagante e incontrollato abusivismo: “Le guide e gli accompagnatori si sentono combattute su tutti i fronti – avverte Vincenzo Schiavo – Le istituzioni, che per anni hanno giustamente preteso un alto profilo di specializzazione per questi professionisti del turismo, obbligandoli a raggiungere standard di preparazione sempre più elevato, oggi invece permettono che il loro mestiere venga svolto da chiunque abbia un minimo di rappresentanza territoriale”.

Da anni, infatti, si registra in Campania un incremento del volontariato nei beni culturali e nel turismo con due conseguenze tanto negative quanto prevedibili: scarsa qualità della visita turistica e concorrenza sleale nei confronti dei professionisti dell’accoglienza.

I turisti che girano nel centro storico di Napoli possono facilmente scambiare per guide dei giovanissimi volontari senza nessuna abilitazione che, soltanto perché legati ad associazioni o Pro Loco, si propongono con qualifiche “fantasiose”: guida storica, guida esperienziale, guida emozionale, guida volontaria, guida locale paesana, guida dei piccoli centri, accompagnatore culturale.

“Ricordando che la guida turistica e l’accompagnatore turistico – aggiunge Vincenzo Schiavo – per ottenere l’abilitazione devono aver dimostrato conoscenza linguistica, culturale, storica, artistica, didattica ma anche preparazione antropologica, esperienziale, enogastronomica, ambientale, paesaggistica e non da ultime quella logistica, tecnica e di comunicazione, ci poniamo delle domande: in quale Paese civile un tizio qualsiasi può sostituirsi impunemente a una guida turistica abilitata? Com’è possibile consentire l’attività di un semplice volontario, senza alcun titolo, in un settore vitale per il nostro territorio come il turismo sol perché appartenente a questa o quella associazione? Come si può permettere che, ad esempio, la gloriosa storia del Real teatro San Carlo sia raccontata a dei turisti, magari stranieri, da un ragazzino nemmeno diplomato o da un signore che nella vita fa un altro mestiere e che per diletto, nel fine settimana, si atteggia a guida turistica?”.

Per Federagit Confesercenti,  si tratta di un “fenomeno” nato da un’interpretazione legislativa sbagliata in materia di terzo settore, e più precisamente dalle associazioni culturali che usufruiscono di volontari e non di guide abilitate, di auto celebrati storici dell’arte, di non meglio identificati custodi della memoria locale e napoletanisti che si sentono in diritto di accompagnare il turista a visitare siti archeologici, museali e monumentali. Oltre al danno economico, c’è da registrare anche il calo dell’autostima di questi professionisti per la esautorazione del loro ruolo da parte di enti ed istituzioni locali a vantaggio di soggetti del terzo settore che usufruiscono di fondi pubblici per la valorizzazione e la promozione (non professionale) del territorio.

“La Regione Campania fermi questa ruota – dice ancora Vincenzo Schiavo, Presidente Confesercenti Napoli e Campania- che elargisce fondi a Pro Loco e associazioni generando abusivismo, ingiustizia sociale e danni economici. Confesercenti è sempre dalla parte delle professioni. Riteniamo necessario un cambio di rotta urgente da parte degli uffici di via Santa Lucia. Si trovi il modo di fermare questo sistema che mortifica una categoria intera”.

Centinaia di giovani del servizio civile, garanzia giovani, alternanza scuola lavoro, ai quali viene assegnata una mansione per la quale non hanno nessuna abilitazione, sono coinvolti in questo sistema.

Molti sono anche gli enti e le istituzioni che beneficiano di questa mano d’opera a costo zero che, di fatto, va a costituire concorrenza sleale per i professionisti regolarmente abilitati e una negazione al diritto al lavoro garantita dalla Costituzione.

Sull’argomento è intervenuta anche Micol Caramello, la Presidente Federagit-Confesercenti: “Siamo in attesa, ormai da oltre dieci anni, di una legge che tuteli tutte le guide turistiche abilitate in Italia, che definisca con certezza controlli ed eventuali sanzioni per le guide provenienti da altri Paesi e che contrasti efficacemente il fenomeno dilagante dell’abusivismo. La nostra attività è una risorsa preziosa, siamo il primo punto di contatto nell’accoglienza turistica sul territorio e svolgiamo un ruolo fondamentale nella trasmissione della cultura italiana ai visitatori che giungono da tutto il mondo: per questo rivolgiamo un appello al Governo ed alla politica affinché la nostra professione sia adeguatamente normata attraverso alcuni punti cardine, con una legge complessiva di riordino del settore”, facendo riferimento al disegno di legge attualmente in discussione, presso la 10ª Commissione del Senato.

L’articolo Confesercenti Campania: boom turisti a ferragosto. Caos guide e accompagnatori: volontari impreparati mortificano i professionisti e alimentano abusivismo proviene da Confesercenti Nazionale.

Modena: incasso rubato al Bar Storchi. Confesercenti: “Le attività devono poter lavorare in sicurezza. Ci vogliono più controlli”

Sala Stampa No Comments
modena:-incasso-rubato-al-bar-storchi-confesercenti:-“le-attivita-devono-poter-lavorare-in-sicurezza.-ci-vogliono-piu-controlli”

Un episodio che poteva finire molto male, quella che si è verificato ieri al Bar Storchi quando un uomo si è introdotto nel locale, che stava chiudendo, ha rubato l’incasso ed è fuggito, armato di pistola che non ha esitato ad estrarre quando il barista ha cercato di inseguirlo.

Un fatto molto grave che, l’associazione di categoria modenese, condanna fermamente: “Il tema della sicurezza – commenta Confesercenti Modena – è una delle priorità tra gli imprenditori del commercio, in particolare per attività particolarmente esposte alla criminalità come i pubblici esercizi bar e ristoranti. La crisi economica, e le dinamiche socio-politiche a questa legata incrementano questi reati ai danni delle imprese, soprattutto quelle legate alle attività del commercio e del terziario”.

A queste parole si associano anche quelle del Presidente Provinciale di Confesercenti Modena e titolare del locale, Mauro Rossi che evidenzia le problematiche dei locali in questo particolare periodo dell’anno dove, tra chiusure estive e difficoltà a reperire personale, la crisi si fa sentire ancora di più.

“Quello che è successo è un fatto molto grave – commenta Rossi – e non oso pensare cosa poteva succedere se il barista fosse entrato nel locale mentre il malvivente era intento a compiere il fatto criminoso con i clienti ancora seduti nei tavolini del dehor. Agosto è un mese particolare, molti locali sono chiusi, la gente è in ferie, si fatica a trovare personale e, a queste difficoltà si aggiunge pure la mancanza di sicurezza e di un presidio costante del quartiere, in particolare nel parco situato dietro il Teatro Storchi, da anni nelle mani di spacciatori e balordi. Modena, soprattutto in questo periodo, è una meta turistica scelta da tanti visitatori che si recano in centro storico ad ammirare le bellezze della nostra città e non si può lasciare un punto storico come Largo Garibaldi e dintorni in queste condizioni”.

Confesercenti chiede più controlli e un presidio costante della zona: “C’è la necessità di un maggior controllo del territorio soprattutto nelle ore serali e notturne. Ricordiamo che l’apertura della caffetteria Storchi ha contribuito a riqualificare e a rendere fruibile la zona che da tempo era luogo di spaccio e di attività illecite. Auspichiamo ora in indagini celeri per assicurare alla giustizia il malvivente” conclude Confesercenti Modena.

L’articolo Modena: incasso rubato al Bar Storchi. Confesercenti: “Le attività devono poter lavorare in sicurezza. Ci vogliono più controlli” proviene da Confesercenti Nazionale.

Imprenditoria femminile: dal rapporto Unioncamere luci e ombre anche per la Liguria

Sala Stampa No Comments
imprenditoria-femminile:-dal-rapporto-unioncamere-luci-e-ombre-anche-per-la-liguria

Unioncamere ha presentato il quinto rapporto sull’imprenditoria femminile, che consegna un quadro di luci e ombre, anche per le imprese liguri.

Da un lato, infatti, i dati restituiscono imprese a conduzione femminile con maggiore propensione a nuovi investimenti in digitale e green (rispettivamente 14% e 12% delle imprese, a fronte dell’ 11% e 9% dei colleghi uomini), così come maggiore è la richiesta di interventi in materia di formazione, sensibilizzazione e incentivazione fiscale (mediamente 2 punti percentuali in più rispetto alle imprese non femminili). Dall’altro, il tasso di sopravvivenza è nettamente peggiore per le imprenditrici: 79,3% a 3 anni contro 83,9% degli uomini, forbice che si allarga ulteriormente a 5 anni (68,1 Vs 74,3%).«Sicuramente sono numeri su cui occorre riflettere – osserva Francesca Recine, imprenditrice e presidente di Fismo-Confesercenti Genova – Il dato non è da leggere tanto in relazione all’attività imprenditoriale, quanto in rapporto ai servizi per il welfare familiare, a maggior ragione dopo l’impatto del Covid-19 sul tessuto economico».La Liguria ha una percentuale di imprese femminili pari alla media italiana (22,1% del totale) con 35.672 attività su un totale di 161.414, mentre si colloca al di sopra della media del Nord-Ovest, ferma al 20,4%. Interessante anche il dato delle imprenditrici nate in Liguria, pari al 17,6%, ben oltre la media italiana del 10,2%.«È senza dubbio un report molto interessante – prosegue Recine – anche per quanto riguarda l’allocazione delle risorse legate ai fondi strutturali della Regione Liguria, per cui occorre ricomprendere delle premialità specifiche per le imprese femminili e ragionare sulla possibile applicazione della certificazione della parità di genere».

«Altro punto importante – conclude la presidente Fismo – è quello che riguarda la formazione delle imprese, da prevedere alla stessa stregua dell’obbligo di formazione per i dipendenti, attraverso la predisposizione di piani formati mirati sui nuovi paradigmi aziendali e calati nel contesto economico e sociale».

L’articolo Imprenditoria femminile: dal rapporto Unioncamere luci e ombre anche per la Liguria proviene da Confesercenti Nazionale.

Matera: Confesercenti chiede la modifica dell’attivazione dell’orario della ZTL Rioni Sassi

Sala Stampa No Comments
matera:-confesercenti-chiede-la-modifica-dell’attivazione-dell’orario-della-ztl-rioni-sassi

La Presidente Confesercenti Matera Angela Martino, il Presidente Assoturismo Matera Gianni Genco e il presidente dell’Associazione Ristoratori Matera Luca Mangiapia hanno scritto all’amministrazione comunale, nelle persone del Sindaco, dell’Assessore alla Mobilità Urbana e del Dirigente della Polizia Locale: “A seguito dell’entrata in vigore dell’Ordinanza Dirigenziale n. 268/2022, che ha introdotto per i Rioni Sassi il termine della ZTL alle ore 24,00,  ad oltre un mese dall’entrata in vigore a seguito della scarsa presenza di turisti e cittadini nei Rioni Sassi, a differenza dello stesso periodo negli anni precedenti, lamentiamo la quasi inutilità della stessa che, a conti fatti, ha drasticamente ridotto i coperti ad ora di pranzo nelle attività della ristorazione e ridotto al lumicino i coperti serali. Inoltre, nella succitata Ordinanza non viene indicata una fine della vigenza e la cosa desta non poche preoccupazioni al comparto”.

“Visto che purtroppo – scrivono ancora –  ad oggi l’analisi delle presenze turistiche a Matera non indica purtroppo il raggiungimento del livello pre-pandemia, a differenza di quasi tutte le città d’arte e turistiche italiane, invitiamo le SS. VV. Ill.me ad incontrare nel mese di settembre i rappresentanti delle scriventi al fine di analizzare le cause di quanto sta accadendo nella Città a proposito di turismo e per adottare gli opportuni rimedi per aiutare le imprese del settore della ristorazione ubicate nei Rioni Sassi a far fronte alla necessità di riposizionarsi per l’accoglienza turistica, anche per evitare provvedimenti amministrativi sempre più restrittivi”.

“Le imprese – concludono – rappresentano l’impossibilità riferita dai clienti provenienti da Matera e altrove a raggiungere gli antichi Rioni, per la lontananza dei parcheggi non sempre con disponibilità dei posti, ma soprattutto per un servizio trasporti che di fatto non è alla portata di nessuno”.

L’articolo Matera: Confesercenti chiede la modifica dell’attivazione dell’orario della ZTL Rioni Sassi proviene da Confesercenti Nazionale.

Assomacellai Confesercenti Modena: grigliata di Ferragosto “Vendite in ripresa nonostante l’attuale incertezza economica”

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Imprenditoria femminile: dal rapporto Unioncamere luci e ombre anche per la Liguria

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Matera: Confesercenti chiede la modifica dell’attivazione dell’orario della ZTL Rioni Sassi

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Turismo: Assoturismo – CST, per il ponte di Ferragosto riservato il 91% delle camere disponibili

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Confesercenti Provinciale di Enna
Via Siracusa 13/Bis - 94100 Enna
Tel. 0935.24118
Fax 0935.633230
Cell. 335.7908427