Faib

Benzinai: autostrade, la concessione di un bene pubblico usata per lucro privato

Sala Stampa No Comments
benzinai:-autostrade,-la-concessione-di-un-bene-pubblico-usata-per-lucro-privato

Benzinai autostrade in sciopero

Gestori aree autostradali in sciopero per 72 ore, dalle 22.00 del 13, alle 22.00 del 16 dicembre

Le aree di servizio autostradali rimarranno chiuse per sciopero per 72 ore consecutive, dalle ore 22.00 di martedì 13, alla stessa ora di venerdì 16 dicembre prossimo.

Questo l’annuncio affidato ad un comunicato congiunto delle Organizzazioni di categoria dei Gestori degli impianti autostradali, Faib, Fegica ed Anisa.

“Tutto lascia intendere che la bozza di Decreto Interministeriale che viene fatta circolare dagli ultimi giorni della scorsa legislatura abbia l’obiettivo di preservare un sistema ormai incancrenito che
ha consentito, consente e, a queste condizioni, continuerà a consentire prima di tutto alle società concessionarie di godere di ingenti rendite di posizione, lucrate sul bene pubblico”.

“Si tratta della “denuncia” – prosegue la nota sindacale – già formalmente presentata per competenza ai Ministri del precedente e dell’attuale Governo – Giovannini, Cingolani, Salvini e Pichetto Fratin – senza tuttavia che sia stata fornita alcuna risposta, né accordato l’incontro urgentemente richiesto”.

“Ogni cittadino di questo Paese ha conosciuto a proprie spese lo stato di assoluto degrado a cui sono state sottoposte le aree di servizio autostradali, sia in termini di prezzi dei carburanti e della ristorazione, del tutto abnormi e fuori mercato, sia in termini di standard qualitativi”.

“E’ l’effetto di una politica ormai ventennale che ha permesso prima di tutto alle società concessionarie di utilizzare senza alcun controllo concreto dell’Amministrazione – che pure ne avrebbe l’obbligo di legge – un bene in concessione come se fosse una “cosa privata”, da sfruttare unicamente a uso e consumo proprio e dei soggetti a cui è stato e viene tuttora consentito di lucrare”.

“Tocca ancora una volta alle piccole società di gestione – ultimo anello di una filiera composta da soggetti con ben altra forza e solidità – con il solo mezzo a propria disposizione, vale a dire l’astensione dal lavoro, l’ingrato compito scoperchiare una pentola ormai marcia che sembra essere funzionale a tutti – Governi, Autorità di Garanzia competenti, Concessionari, marchi della
Ristorazione, compagnie Petrolifere ed ora persino quelle Elettriche – tranne che ai Gestori ed ai Consumatori che, infatti, in meno di dieci anni, hanno tagliatodell’80%i loro acquisti in autostrada”.

“La proclamazione formale dello sciopero – conclude la nota – è già stata inviata alla Commissione per lo sciopero nei pubblici servizi, cui è stata richiesta l’attivazione delle procedure di raffreddamento e conciliazione delle vertenze collettive di interesse nazionale, così come da normativa vigente”.

L’articolo Benzinai: autostrade, la concessione di un bene pubblico usata per lucro privato proviene da Confesercenti Nazionale.

Assolavaggisti Confesercenti ad Oil & non Oil

Sala Stampa No Comments
assolavaggisti-confesercenti-ad-oil-&-non-oil

Assolavaggisti a Oil&non Oil

Le attività dell’autolavaggio si rivolgono al Governo: no all’abusivismo. Fondamentali le semplificazioni fiscali

Assolavaggisti a Oil&non Oil 2

Assolavaggisti ha partecipato con molto interesse alla manifestazione Oil&nonOil tenuta a Verona dal 16 al 18 novembre 2022. Con un proprio stand insieme alla Faib e con un convegno tecnico dedicato alle tematiche di settore.

Il convegno moderato da Antonio Ciavattini della Giunta nazionale, ha visto la partecipazione di:

  • Giuseppe dell’Aquila, responsabile dell’Ufficio legislativo di Confesercenti nazionale, che ha affrontato gli aspetti amministrativi e autorizzativi, dall’AUA alla Scia artigianale;  
  • Eugenio Rietti, chimico, che ha illustrato le principali criticità che le attività si trovano ad affrontare, in tema di scarichi e controlli esercitati dall’Arpa;
  • Nicola Passerini, che collabora con le Federazioni del settore di Confesercenti, che si è intrattenuto sul problema della concorrenza sleale e le possibili azioni di tutela da esercitare;
  • Costanza Bianchi di Innova Gruppo che ha, invece, illustrato le caratteristiche dei provvedimenti governativi a sostegno delle imprese sul costo delle bollette e offerto la disponibilità del consorzio di acquisto collettivo di energia e gas,  alla consulenza e assistenza alle imprese associate, sia nel calcolo del credito a cui si ha diritto, sia per verificare le condizioni contrattuali.

Ha concluso il convegno la Presidente Roberta Innocenti che ha tracciato gli obiettivi di Assolavaggisti.

La Presidente ha messo in evidenza che “Il settore cresce e si qualifica nel rispetto della salute e dell’ambiente. Occorre, ha detto Innocenti, allo stesso tempo contrastare le illegalità e semplificare gli adempimenti. Su questi aspetti Assolavaggisti assumerà due specifiche iniziative verso il Governo”.

La Presidente Innocenti ha, infatti,  annunciato due iniziative dell’associazione dei lavaggisti nei confronti del Ministero dell’Ambiente e dell’energia, con le richieste di un intervento che adotti in modo univoco l’Autorizzazione unica ambientale per il rilascio di nuove autorizzazioni di lavaggio e consideri di introdurre un requisito tecnico/professionale per la gestione delle stazioni tale da garantire la corretta gestione ambientale delle attività, dagli scarichi allo smaltimento dei rifiuti.

Verso l’Agenzia delle Entrate invece si produrrà una richiesta per chiedere la proroga degli adempimenti connessi alle vending machine,  dotate di programmi di comunicazione diretta degli incassi, non solo per un problema di costi, che le aziende non possono permettersi, ma anche per problemi tecnici legati attualmente alla non disponibilità del mercato per mancanza dei componenti.

Assolavaggisti Confesercenti, l’unica Associazione in Italia degli operatori di autolavaggi, ha rafforzato la sua storica presenza ad Oil&Nonoil, la fiera del settore, che quest’anno si è ulteriormente rafforzata ed ha visto la presenza di importanti aziende che hanno esposto novità tecnologiche e le nuove attrezzature  per il trasporto e l’erogazione dei prodotti energetici e dei servizi. Il convegno promosso da Assolavaggisti ha rappresentato un importante appuntamento per un settore che negli ultimi anni sta vivendo un profondo rinnovamento, al centro delle sfide per il futuro: dalla transizione energetica allo sviluppo infrastrutturale, alla transizione digitale, allo sviluppo di innovazioni sempre più tecnologiche.

Soddisfazione per la partecipazione alla Fiera è stata espressa dai dirigenti Assolavaggisti presenti alla manifestazione.

L’articolo Assolavaggisti Confesercenti ad Oil & non Oil proviene da Confesercenti Nazionale.

Assolavaggisti Confesercenti ad Oil & non Oil

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Carburanti: Faib Confesercenti a Oil&nonOil, intollerabili livelli di illegalità contrattuale sulla rete

Sala Stampa No Comments
carburanti:-faib-confesercenti-a-oil&nonoil,-intollerabili-livelli-di-illegalita-contrattuale-sulla-rete

Sperduto a Oil&nonOil

Il Presidente Sperduto: urgente ripresa lavori del Tavolo di filiera al Ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica per riforma del settore

La necessità di un intervento governativo immediato è quello che è emerso dal convegno organizzato da Faib a Oil&nonOil su “Criticità e abusi nei contratti di affidamento gratuito degli impianti della rete carburanti. Analisi e proposte per la nuova rete Energia”.

Nel convegno a Oil&nonOil si è parlato delle difficoltà e delle declinazioni delle diverse irregolarità e illegalità presenti sulla rete con gli interventi degli avvocati Paolo Grassi, Nicola Passerini e Giuseppe Dell’Aquila: dall’evasione contrattuale all’ abuso di dipendenza economica, dalla pratica di contratti non tipizzati al mancato riconoscimento di strumenti di welfare del settore, all’opacità delle resocontazioni dare avere tra gestori e titolari degli impianti.

“In uno scenario con più di un migliaio di titolari e proprietari d’impianti con oltre 350 marchi – spiega il Presidente Faib Giuseppe Sperduto – i contenuti del D. Lgs. 32/1998, e della successiva L. 57/2001, pensati e varati in una fase storica dominata dalle grandi compagnie, risultano poco aderenti alle reali possibilità di governo del comparto, almeno per quanto riguarda la disciplina del profilo economico-contrattuale del rapporto tra gestori e titolari di autorizzazioni”.

“Una cosa, infatti – continua Sperduto – era immaginare una regolamentazione di tali aspetti tra sei o sette soggetti titolari dell’intera rete e la rappresentanza dei gestori, com’era ancora all’inizio del nuovo millennio; altra cosa è pensare che tale regolamentazione possa coinvolgere circa 1000 proprietari, alcuni intestatari di pochissimi impianti, i quali si trovano nella posizione di dover stipulare accordi economici e normativi con le Organizzazioni nazionali maggiormente rappresentative dei gestori. La strutturazione della rete attuale, infatti, porta con sé una pericolosa situazione di illegalità e di carenza di tutele per i gestori”.

“Il comparto è ad una svolta – conclude il Presidente Faib. La Transizione energetica e digitale da una parte e la nuova mobilità impongono un immediato intervento governativo. Per questo chiediamo al Ministro Pichetto Fratin la convocazione del Tavolo di filiera insediato al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica per varare una riforma organica di settore e il riconoscimento della pari dignità dei gestori carburanti, a prescindere dalla bandiera sotto cui operano. Dal convegno è partita anche l’indicazione di richiedere l’applicazione, a favore dei gestori non coperti dalla contrattazione collettiva, del principio normativo dell’erga omnes, con il riconoscimento delle migliori condizioni di mercato codificate negli accordi sottoscritti dalle Associazioni dei gestori con i principali attori della filiera”.

L’articolo Carburanti: Faib Confesercenti a Oil&nonOil, intollerabili livelli di illegalità contrattuale sulla rete proviene da Confesercenti Nazionale.

Carburanti: Faib Confesercenti a Oil&nonOil, intollerabili livelli di illegalità contrattuale sulla rete

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Faib a Oil&NonOil a Verona dal 16 al 18 novembre 2022

Sala Stampa No Comments
faib-a-oil&nonoil-a-verona-dal-16-al-18-novembre-2022

Oil non Oil Faib

La FAIB – Federazione Autonoma Italiana Benzinai – aderente a Confesercenti, sarà  impegnata nei prossimi giorni, con il contributo della Faib veneta, nell’organizzazione della presenza alla 17esima  edizione di  Oil&Nonoil che si terrà a Veronafiere dal 16 al 18 novembre p.v.

Questa edizione di Oil&Nonoil vuole rappresentare un appuntamento importante per un settore che negli ultimi anni sta vivendo un profondo rinnovamento strutturale con gestioni sempre più  multiservizi diventando veri e propri “mobility center” in cui convergono oil, market, autolavaggi, colonnine di ricarica elettrica e parcheggi.

In questo scenario le sfide per il futuro sono molteplici: dallo sviluppo infrastrutturale alla transizione energetica e digitale, alla rigenerazione funzionale.

La rassegna punta ad essere occasione di confronto tra operatori ed esperti su tutti i temi importanti connessi all’energia, all’innovazione tecnologica e alla mobilità per un settore che non è solo strategico dal punto di vista delle energie e dei carburanti, ma che rappresenta anche la spina dorsale dei servizi alla mobilità presente e futura.

Faib, che sarà presente nella rassegna fieristica con un proprio stand, porterà il suo contributo in termini di presenza e di idee organizzando un convegno su “Criticità e abusi nei contratti di affidamento gratuito degli impianti della rete carburanti. Analisi e proposte per la nuova rete Energia” che si terrà, con il contributo di operatori, esperti e legali, il 17 novembre 2022 alle ore 11.00 in sala Blu al Padiglione 4 e vedrà anche la riunione di Presidenza al pomeriggio alle 15.00 sui temi dell’attualità politica e sindacale che saranno al centro della discussione dell’ Organismo dirigente con le importanti scadenze di fine anno e i rinnovi degli Accordi economici e normativi scaduti.

L’articolo Faib a Oil&NonOil a Verona dal 16 al 18 novembre 2022 proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Provinciale di Enna
Via Siracusa 13/Bis - 94100 Enna
Tel. 0935.24118
Fax 0935.633230
Cell. 335.7908427