Dal Territorio

Confesercenti Torino: “Super green pass, per il commercio avvio senza problemi”

Sala Stampa No Comments
confesercenti-torino:-“super-green-pass,-per-il-commercio-avvio-senza-problemi”

Il Presidente Banchieri: “Un sacrificio necessario per evitare nuove limitazioni”

Per le attività commerciali la giornata di avvio del Super Green Pass si sta rivelando priva di problemi: la clientela è sufficientemente informata e non polemica; tutto bene anche dal punto di vista dell’aggiornamento dell’app di lettura del certificato verde. È quanto emerge da un sondaggio effettuato da Confesercenti, nella mattinata e nel dopo pausa pranzo, fra i pubblici esercizi di Torino e provincia. Gli operatori non rilevano particolari criticità rispetto a quella che non è una assoluta novità ma una ricalibratura di uno strumento già esistente, al quale la clientela si è ormai abituata. Importante il fatto che si sia mantenuta la non obbligatorietà per il consumo al banco, il che rende tutto più semplice e gestibile.

“È confortante – commenta Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti – che le novità del green pass rafforzato non abbiamo creato particolari intoppi. Certamente l’aver alzato l’asticella dei controlli esclude un’altra parte della clientela (circa il 15%). Tuttavia, bisogna fare di tutto per evitare un’alternativa ben peggiore: il ritorno alle limitazioni che hanno gravemente danneggiato l’economia e stravolto la vita degli italiani. Questo sacrificio da parte di tutti è necessario per contribuire a superare insieme la pandemia”.

 

L’articolo Confesercenti Torino: “Super green pass, per il commercio avvio senza problemi” proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Liguria: Super Green Pass, le prime reazioni tra ristoratori e albergatori genovesi

Sala Stampa No Comments
confesercenti-liguria:-super-green-pass,-le-prime-reazioni-tra-ristoratori-e-albergatori-genovesi

Il Presidente di Fiepet Alessandro Simone ed il coordinatore di Assohotel Fabio Serpi: “Riteniamo sia giunta l’ora dell’introduzione dell’obbligo vaccinale perché non è possibile continuare a delegare l’applicazione di norme così importanti agli esercenti”

Oggi, lunedì 6 dicembre, entra a tutti gli effetti in vigore il nuovo Super green pass che concede maggior libertà di movimento ed accesso ai soggetti vaccinati rispetto a quanti abbiano solamente un tampone valido. A fare il punto della situazione tra i commercianti genovesi sono, per Confesercenti, il presidente provinciale Fiepet, Alessandro Simone, ed il coordinatore locale di Assohotel, Fabio Serpi.

«Con grande senso di responsabilità, e ribadendo la piena disponibilità già espressa al prefetto nell’incontro della settimana scorsa, tutti i pubblici esercizi genovesi stanno facendo la loro parte nel verificare l’osservanza dei nuovi obblighi, consapevoli dell’insostenibilità di una nuova ondata di chiusure generalizzate – riferisce Alessandro Simone sul fronte dei pubblici esercizi -. Detto questo, riteniamo sia giunta l’ora, da parte del governo, di una piena assunzione di responsabilità, e quindi dell’introduzione dell’obbligo vaccinale, perché non è possibile continuare a delegare l’applicazione di norme così importanti per la salute pubblica a chi, di lavoro, dovrebbe e vorrebbe fare altro: e cioè baristi, ristoratori ed esercenti in genere».

«Il decreto legge 172 dello scorso 26 novembre stabilisce che, per poter alloggiare in una struttura ricettiva alberghiera o extralberghiera, bisogna essere vaccinati, guariti o in possesso di un tampone negativo – riassume Fabio Serpi -. Per le aziende del nostro settore la situazione continua ad essere molto delicata e, pur comprendendo l’intenzione del governo di convincere quante più persone a vaccinarsi, è però importante veicolare un messaggio di apertura: rispetto ad un anno fa abbiamo gli strumenti per tornare a fare la vita di sempre e, quindi, per tornare a viaggiare e soggiornare in ambienti ancora più sicuri di un tempo. Un altro aspetto da chiarire per chi fa il nostro mestiere riguarda la gestione dei turisti stranieri e, in particolare, il problema di chi ha ricevuto un vaccino non ancora riconosciuto dall’Ema: è una questione che va risolta al più presto tra la comunità scientifica e le istituzioni ad ogni livello altrimenti, giusto per fare un esempio, rischiamo di perdere tutti i turisti in arrivo da Cina e Russia. Infine, è necessario un intervento sul costo dei tamponi per le aziende e i liberi professionisti in genere».

L’articolo Confesercenti Liguria: Super Green Pass, le prime reazioni tra ristoratori e albergatori genovesi proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Pistoia lancia l’album di figurine dei “Natalini”

Sala Stampa No Comments
confesercenti-pistoia-lancia-l’album-di-figurine-dei-“natalini”

Una nuova iniziativa per queste festività natalizie targata Confesercenti, che vede protagonisti negozi, bar, ristoranti e alberghi di Monsummano Terme, Pescia, Ponte Buggianese e Montecatini Terme

Dall’8 al 31 dicembre, infatti, grandi e piccoli potranno ricevere in regalo il magico album e collezionare le figurine dei “Natalini”.

L’album di figurine si potrà trovare nelle attività commerciali riconoscibili dalla locandina posta all’esterno con scritto “Amico di Babbo Natale” (che possono essere visualizzati a questo indirizzo: https://www.confesercenti.pistoia.it/lalbum-di-figuri…vare-le-figurine

Il gioco sarà collezionare le 11 figurine originali e divertenti dei Natalini facendo acquisti nei negozi “Amici di Babbo Natale” dei quattro comuni della Valdinievole. Chi riuscirà a completare la raccolta con tutte le 11 figurine potrà ricevere un regalo sorpresa presentando l’album completo in uno di questi appuntamenti:

  • mercoledì 5 gennaio dalle 15 alle 18 – da Colazione da Tiffany – Viale V. Martini, 2, Monsummano Terme
  • mercoledì 5 gennaio dalle 15 alle 18 – Festa del Befano – piazza del Grano, Pescia
  • giovedì 6 gennaio alle 17.30 – Tombola nonni e nipoti (i premi saranno consegnati dalla befana) – Circolo ricreativo del popolo, via Puccini 12, Ponte Buggianese
  • sabato 8 gennaio dalle 15 alle 18 allo stand di Avis allestito in corso Roma n. 52/54 (Ranieri Viaggi) a Montecatini Terme.

L’articolo Confesercenti Pistoia lancia l’album di figurine dei “Natalini” proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti BAT, un video sulle norme anti-Covid per le feste natalizie

confesercenti No Comments
confesercenti-bat,-un-video-sulle-norme-anti-covid-per-le-feste-natalizie

Il coordinatore della FIEPeT Confesercenti BAT, Francesco Petruzzelli, in  un VIDEO ha mostrato concretamente l’applicazione delle norme anticovid in prossimità delle feste natalizie dopo la sottoscrizione in Prefettura del protocollo d’intesa per lo svolgimento in sicurezza degli eventi all’interno delle discoteche e dei locali di intrattenimento.

 

L’articolo Confesercenti BAT, un video sulle norme anti-Covid per le feste natalizie proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Campania: Vincenzo Schiavo eletto Vicepresidente della Fondazione “Dominus Jesus” dal Cardinale Muller: “Un grande onore, saremo al fianco degli ultimi”

Sala Stampa No Comments
confesercenti-campania:-vincenzo-schiavo-eletto-vicepresidente-della-fondazione-“dominus-jesus”-dal-cardinale-muller:-“un-grande-onore,-saremo-al-fianco-degli-ultimi”

Nuovo prestigioso incarico per Vincenzo Schiavo. L’attuale vicepresidente Confesercenti Nazionale è stato insignito della carica di vicepresidente della Fondazione “Dominus Jesus” fortemente voluta dal cardinale Gerhard Ludwig Müller. La riunione si è tenuta presso il Carpegnia Palace di Roma

La Fondazione, di cui è presidente Giovanni Petrocchi, sostiene il pensiero del Cardinale Müller, già prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, che ha pubblicato oltre 400 volumi e promuove la conoscenza ed il rispetto dei valori cristiani della tradizione Cattolica ed apostolica. Tale fondazione persegue obiettivi religiosi volti a diffondere la cultura e l’insegnamento della chiesa cattolica romana in tutto il mondo.

Onorato ed emozionato per l’incarico Vincenzo Schiavo: «L’incarico ricevuto mi riempie il cuore e l’anima. Sua eminenza il Cardinale Muller mi conosce da diversi anni e ha fortemente voluto che gli fossi vicino in questa missione poiché mi riconosce una capacità di gestione imprenditoriale e manageriale che, messa a disposizione di chi ne ha più bisogno, potrà aiutare la fondazione a raggiungere degli obiettivi importanti. È per me un onore essere al suo fianco. La mia missione sarà quella di creare e sostenere azioni a favore degli ultimi in Italia e nel mondo, promuovendo iniziative umanitarie ispirate ai valori cattolici. La fondazione – spiega Schiavo- andrà nel mondo a fare del bene portando con sé quegli imprenditori illuminati che condivideranno il nostro stesso obiettivo. A questi apriremo le porte di paesi che dovranno essere ricostruiti, che hanno bisogno di materie prime.

Cercheremo, dunque, di far inserire anche le nostre imprese in questi paesi in via di sviluppo. Questo servirà sicuramente per poter dare un supporto al cuore di queste persone, ma darà anche continuità in presenza alle nostre imprese. Sono sicuro che da questa nomina trarrò dei benefici enormi come essere umano. Investire il proprio tempo, le proprie forze e conoscenze a favore del prossimo è una ricchezza che pochi uomini hanno la fortuna di conoscere. Io sono tra questi e ringrazio Dio per la fiducia riposta in me. Sarà una gioia impegnarmi per regalare un po’ di serenità e tranquillità alle persone che ne hanno più bisogno».

L’articolo Confesercenti Campania: Vincenzo Schiavo eletto Vicepresidente della Fondazione “Dominus Jesus” dal Cardinale Muller: “Un grande onore, saremo al fianco degli ultimi” proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Veneto Centrale: Super Green Pass, previste perdite del 25% nei ristoranti

Sala Stampa No Comments
confesercenti-veneto-centrale:-super-green-pass,-previste-perdite-del-25%-nei-ristoranti

Scendono anche le tredicesime: per i padovani 130 mln in meno Confesercenti lancia la campagna #iocomproda, per promuovere le botteghe di vicinato

Entra in vigore lunedì 6 dicembre il così detto “super Green Pass”, che nel mondo del commercio impatterà soprattutto sul mondo della ristorazione. Secondo l’Osservatorio Economico della Confesercenti del Veneto Centrale, infatti, comporterà una perdita di fatturato intorno al 25% per i bar e soprattutto per i ristoranti, che tradizionalmente vedono nel mese di dicembre il periodo più felice dell’anno, per gli affari.

In questo momento, secondo i più recenti dati diffusi dalla Regione del Veneto, la percentuale di popolazione vaccinata è intorno all’85%: ciò significa che anche nella nostra Provincia, almeno un 15% non potrà più accedere ai ristoranti. Consideriamo, inoltre, che accanto a queste persone ce ne sono altre che rinunceranno alla cena fuori per “solidarietà”, preferendo la cena a casa piuttosto di escludere un amico o un parente.

In termini economici, il volume di affari pre-covid per il mondo della ristorazione padovana era, nel mese di dicembre, di circa 123 milioni di euro. Con la situazione attuale, nel periodo delle feste, la perdita sarà di almeno 30 milioni, pari in media a 18 mila euro per ciascun ristorante. Lievemente inferiore la perdita stimata nei bar, dove rimane possibile accedere al banco anche senza vaccino: secondo l’Osservatorio Economico si può prevedere un calo di fatturato intorno al 15%, pari a poco meno di 14 milioni.

Calo generalizzato dei consumi
Per quanto riguarda la spesa media delle famiglie, il Natale rimane un momento fondamentale: è la festività più cara agli italiani, quella a cui nessuno vorrebbe rinunciare, anche a costo di qualche sacrificio. E ci aspettiamo che così sarà anche quest’anno, nonostante tutte le difficoltà. Ma certamente non sarà un Natale ricco come quelli che avevamo visto in passato: negli ultimi anni pre-covid la spesa dei padovani risultava sempre in crescita, toccando punte di oltre 600 milioni di euro fra regali, cene e svago. Vette sicuramente molto lontane dalla situazione attuale.

I commercianti lo vedono già: da un nostro sondaggio emerge che, anche rispetto allo scorso anno, circa il 55% riscontra vendite in calo lieve (perdite inferiori al 20%) o grave (oltre il 20%). Se spostiamo il confronto sul 2019, ultimo anno prima della crisi, vediamo invece che a riscontrare un importante calo nelle vendite (oltre il 20%) è quasi la metà dei nostri intervistati (45%). Da notare, tuttavia, che per contro c’è un 38% di intervistati che, al contrario, non nota grandi variazioni né rispetto al 2020 né rispetto al 2019, segno che alcuni settori funzionano. Per il momento, per quanto riguarda i regali di Natale vanno bene le vendite di prodotti gastronomici (soprattutto vino e dolci), e di piante fiorite.

Stipendi e tredicesime: per i padovani 130 milioni in meno

Un fattore di peso per gli acquisti di Natale sono da sempre le tredicesime, che negli ultimi anni pre-covid avevano registrato un costante aumento, segnale di un’economia che tornava a girare. Nel 2017, infatti, l’Osservatorio Economico della Confesercenti del Veneto Centrale aveva stimato un tesoretto di 626 milioni di euro in arrivo nelle tasche dei padovani. Nel 2018 si registravano 640 milioni, che nel 2019 sono arrivati a 650. Quello è stato il picco prima del crollo: le prolungate chiusure e i lunghi mesi di cassa integrazione, infatti, hanno inciso in modo pesante anche sulle tredicesime, soprattutto in alcuni settori, tra cui il turismo, il commercio e la ristorazione. Quest’anno, infatti, si prevede un calo di almeno il 30% rispetto al precovid: ciò significa che l’ammontare complessivo delle tredicesime non supererà il 520 milioni di euro, e che le tasche dei padovani, rispetto al 2019, saranno più leggere di circa 130 milioni.

Campagna #iocomproda
«Come Confesercenti del Veneto Centrale» commenta il presidente Nicola Rossi «abbiamo appoggiato fin da subito misure come il Green Pass, che pur con delle limitazioni permettono di lavorare e sono, per questo, certamente preferibili rispetto alla chiusura, anche nelle forme meno estreme. Il “Super Green Pass”, lo vediamo dalle previsioni, avrà un impatto soprattutto sulla ristorazione, ma il vaccino rimane per noi un alleato importantissimo, nel quale confidiamo per il contenimento dei contagi.

Il Natale è il periodo dell’anno in cui, più di tutti, abbiamo modo di notare quale contributo essenziale diano i commercianti e gli esercenti, con le loro vetrine addobbate e le loro luci festose, per rendere le nostre città più belle, gioiose, accoglienti e sicure. Ricordiamoci ci loro, quando faremo acquisti. Quest’anno abbiamo lanciato la campagna #iocomproda, invitando tutti i padovani a regalarsi del tempo nei negozi, per farsi coccolare, per farsi seguire, per toccare, guardare e provare. Del tempo per acquistare nei negozi, per viversi le città. L’invito è quindi di scattarsi una foto e pubblicarla sui social con questo hashtag #iocomproda . Un modo per promuovere i tanti commercianti che ogni giorno, nonostante tutte le difficoltà del momento, si impegnano non solo per offrire prodotti di qualità, ma anche un tocco di magia in più al Natale di tutti noi”

L’articolo Confesercenti Veneto Centrale: Super Green Pass, previste perdite del 25% nei ristoranti proviene da Confesercenti Nazionale.

Fiorano Modenese: Anva Confesercenti Modena e Fiva Confcommercio contrarie al Mercato della Versilia

Sala Stampa No Comments
fiorano-modenese:-anva-confesercenti-modena-e-fiva-confcommercio-contrarie-al-mercato-della-versilia

Il Coordinatore Poggi: “Un danno economico significativo per gli operatori su area pubblica che si vedono sottrarre incassi da operatori provenienti da altri territori non concessionari di posteggio nel mercato settimanale di Fiorano”

Anva Confesercenti e Fiva Confcommercio in rappresentanza degli operatori ambulanti che frequentano il mercato settimanale di Fiorano Modenese esprimono la propria contrarietà alla decisione dell’ Amministrazione Comunale di autorizzare per il giorno mercoledì 8 dicembre 2021 il Mercato della Versilia

“Non si comprende quale sia il motivo di tale decisione – commenta Marco Poggi, Coordinatore Provinciale di Anva Confesercenti Modena – soprattutto in un periodo prossimo alle festività natalizie in cui si svolgono mercati straordinari con gli operatori del territorio. Un danno economico significativo per gli operatori su area pubblica che si vedono sottrarre incassi da operatori provenienti da altri territori non concessionari di posteggio nel mercato settimanale di Fiorano”.

“Quello di Forte dei Marmi – aggiunge Domenico Scalzo segretario Provinciale Fiva Confcommercio – non si può infatti configurare come mercato, ma come evento di consorzi in arrivo dalla Toscana che spesso, tra l’altro, hanno ben poco a che fare con la rinomata località della Versilia, peraltro già diffidati dal Comune ad utilizzare il marchio”.

Anche per gli ambulanti Alessandro Volta e Corrado Battistini, la scelta dell’Amministrazione è incomprensibile: “Non sono consorzi che operano nella nostra zona e permettendo loro di operare sul nostro territorio, l’amministrazione fa un danno alle nostre attività, proprio nel periodo migliore per quanto riguarda il settore con le vendite natalizie. E’ inutile chiamare dei “concorrenti” che non fanno altro che danneggiare il nostro comparto, già penalizzato parecchio in questi ultimi anni anche dalla pandemia. Si potrebbero organizzare altre iniziative per i cittadini ma non certo il mercato della Versilia, ecco, crediamo che sia una scelta sbagliata”.

Gli ambulanti si chiedono anche il motivo di tale mercato e vorrebbero una spiegazione dall’amministrazione: “Tutte le volte che si organizzano tali mercati – continuano Volta e Battistini – l’amministrazione si giustifica dicendo che sono i cittadini stessi a richiedere questi mercati per vedere qualcosa di nuovo ma alla fine il Mercato della Versilia comprende una serie di ambulanti di Modena, Reggio Emilia, Bologna e anche ambulanti toscani. Quindi non c’è niente di nuovo e proprio per questo non si capisce il motivo di voler a tutti i costi proporre questo mercato a discapito di chi, come noi, è sempre presente sul territorio con il mercato cittadino e con un’offerta di qualità”.

Anva Confesercenti Modena e Fiva Confcommercio contrarie alla decisione dell’amministrazione concludono: “Non c’è l’esigenza di un altro mercato, chiediamo che l’Amministrazione riveda la sua decisione e che in futuro non vada più nella direzione di proporre il Mercato della Versilia. E’ un mercato che penalizza gli operatori locali a vantaggio di non meglio precisati consorzi in arrivo da fuori regione”.

L’articolo Fiorano Modenese: Anva Confesercenti Modena e Fiva Confcommercio contrarie al Mercato della Versilia proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Torino: “Super green pass, per il commercio avvio senza problemi”

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Confesercenti Liguria: Super Green Pass, le prime reazioni tra ristoratori e albergatori genovesi

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Confesercenti Pistoia lancia l’album di figurine dei “Natalini”

confesercenti No Comments

Informativa Privacy ai sensi del Regolamento Europeo n. 679 del 25/05/2016 (GDPR).

Si informa che: CONFESERCENTI NAZIONALE,  con sede legale in Via Nazionale 60, 00184 Roma, in persona del legale rappresentante, in qualità di Titolare del trattamento, tratta i Suoi dati personali, con strumenti manuali ed elettronici, per le seguenti finalità: a) per consentirle di navigare ed esplorare il sito web; b) per rispondere alle richieste informative da Lei inoltrate attraverso il form on line.

Il conferimento dei dati trattati per le predette finalità, è obbligatorio in quanto necessario per la navigazione del sito e per evadere la sua richiesta e non richiede il Suo specifico consenso.

I Suoi dati personali verranno conservati per il tempo strettamente necessario al raggiungimento delle finalità indicate e comunque per un periodo non superiore a 30 giorni dal conferimento.

Ambito di diffusione: I suoi dati potranno essere inviati ai destinatari o alle categorie di destinatari riportati di seguito: Tecnici o società del settore IT, addetti alla manutenzione del sito.
I Suoi Dati potranno essere inviati a soggetti dei quali Il Titolare si potrebbe avvalere per lo svolgimento di attività necessarie per il raggiungimento delle finalità sopra indicate, i quali sono stati appositamente nominati da quest’ultimo Responsabili del Trattamento dei dati.

Le sono riconosciuti i seguenti diritti: diritto di accesso ai dati personali che La riguardano; di conoscere le finalità e modalità del trattamento; di conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati; diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati; diritto di ottenere la limitazione di trattamento; diritto alla portabilità dei dati raccolti con il Suo consenso e trattati mediante strumenti elettronici; diritto di proporre reclamo all’Autorità di controllo.

L’esercizio dei diritti può essere esercitato scrivendo ai seguenti indirizzi di posta elettronica: [email protected] .

Il Titolare intende infine informarLa che ha provveduto a nominare un Data Protection Officer (DPO), al quale potrà rivolgersi per tutte le questioni relative al trattamento dei dati e all’esercizio dei Suoi diritti, e che potrà contattare al seguente indirizzo di posta elettronica dedicata: [email protected]

Si rimanda all’informativa completa sul trattamento dei dati personali visibile al link l’informativa sul trattamento dei dati personali

Confesercenti Provinciale di Enna
Via Siracusa 13/Bis - 94100 Enna
Tel. 0935.24118
Fax 0935.633230
Cell. 335.7908427