Buono fiere

Buono Fiere per le imprese: dal 10 novembre le richieste di rimborso

Sala Stampa No Comments
buono-fiere-per-le-imprese:-dal-10-novembre-le-richieste-di-rimborso

buono fiere

 

Il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato il Decreto Direttoriale 18 ottobre 2022, recante termini e modalità per la presentazione delle istanze di rimborso relative al Buono fiere, istituito dall’Art. 25-bis del DL 50/2022, cd. Aiuti.

L’agevolazione – per la quale sono stati stanziati 34 milioni di euro per l’anno in corso – consiste in un buono del valore massimo di 10 mila euro, erogabile in favore delle imprese per la partecipazione alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia.

Chi ha ricevuto l’assegnazione del buono, può presentare al Ministero un’apposita istanza di rimborso delle spese e degli investimenti sostenuti per la partecipazione alle manifestazioni fieristiche, esclusivamente per via telematica, compilando l’apposito modello, dalle ore 12 del 10 novembre 2022 fino alle ore 17 del 30 novembre 2022.

Modalità di presentazione delle istanze

Ai fini della corretta compilazione dell’istanza, il soggetto richiedente è tenuto a:

a) provvedere all’eventuale aggiornamento dei propri dati presso il Registro delle imprese;

b) verificare i dati acquisiti in modalità telematica dal Registro delle imprese.

Nel caso in cui il soggetto richiedente non risulti possedere, sulla base delle informazioni desumibili dal Registro delle imprese e risultanti dal relativo certificato camerale, i requisiti previsti dal decreto aiuti, la procedura informatica non consentirà il completamento dell’iter di presentazione dell’istanza di rimborso.

Ai fini del completamento della compilazione dell’istanza di rimborso del buono fiere, al soggetto istante è richiesto il possesso di una posta elettronica certificata (PEC) attiva. La registrazione della PEC nel Registro delle imprese è condizione obbligatoria per la presentazione dell’istanza e il suo accertamento è effettuato in modalità telematica dalla procedura informatica.

Nell’istanza, oltre al possesso dei requisiti previsti, il soggetto richiedente dichiara:

a) l’elenco delle manifestazioni fieristiche a cui ha partecipato od ottenuto l’autorizzazione a partecipare;

b) in relazione alle manifestazioni fieristiche di cui al precedente punto a), i dati e le informazioni relative alle spese e agli investimenti sostenuti;

c) i dati delle imprese con le quali esiste almeno una delle relazioni tali da configurarne l’appartenenza ad una “impresa unica”;

d) i termini, iniziale e finale, del proprio esercizio finanziario, che deve coincidere con il periodo contabile di riferimento del soggetto istante e che può non corrispondere all’anno solare;

e) l’importo del buono fiere richiesto a rimborso;

f) l’IBAN relativo al conto corrente, intestato al soggetto richiedente, su cui si chiede l’accreditamento dell’agevolazione.

In sede di presentazione dell’istanza, il soggetto richiedente è tenuto altresì ad allegare:

a) copia del buono fiere rilasciato dal Ministero, per il rimborso delle spese di partecipazione alle manifestazioni fieristiche;

b) copia delle fatture attestanti le spese e gli investimenti sostenuti, con il relativo dettaglio;

c) documentazione attestante l’avvenuto pagamento delle sopracitate fatture;

d) apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà mediante la quale il soggetto beneficiario attesta la avvenuta, effettiva partecipazione alle manifestazioni fieristiche per le quali è richiesto il rimborso delle spese;

e) ove previsto, copia di un documento di identità in corso di validità e della tessera sanitaria del/dei titolare/i effettivo/i i cui estremi sono stati riportati nell’istanza.

 

L’articolo Buono Fiere per le imprese: dal 10 novembre le richieste di rimborso proviene da Confesercenti Nazionale.

Confesercenti Provinciale di Enna
Via Siracusa 13/Bis - 94100 Enna
Tel. 0935.24118
Fax 0935.633230
Cell. 335.7908427